venerdì 31 dicembre 2010

I link interessanti dell'ultima settimana

http://www.innovazionepa.gov.it/comunicazione/notizie/2010/dicembre/22122010---approvazione-definitiva-nuovo-codice-dellamministrazione-digitale.aspx

http://servizi.inps.it//portal/default.aspx?sID=%3B0%3B&iMenu=2&NEWSiD=696

http://servizi.inps.it//portal/default.aspx?sID=%3B0%3B&iMenu=2&NEWSiD=695

http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/wcm/connect/1287de804523fd4fa67bae5fb0a15d73/261_Com+st++Comunicazioni+Iva+22+12+10+_2_.pdf?MOD=AJPERES&CACHEID=1287de804523fd4fa67bae5fb0a15d73

http://www.nuovofiscooggi.it/attualita/articolo/nelle-tabaccherie-non-solo-fumo-anche-i-pagamenti-equitalia

http://www.nuovofiscooggi.it/attualita/articolo/fringe-benefit-i-costi-il-2011-gazzetta-le-nuove-tabelle-aci

http://www.nuovofiscooggi.it/normativa-e-prassi/articolo/operazioni-iva-over-tremila-prima-comunicazione-di-rodaggio

http://www.nuovofiscooggi.it/normativa-e-prassi/articolo/operatori-iva-intracomunitari-e-sorvegliato-l-accesso-al-vies

http://www.ilsole24ore.com/art/norme-e-tributi/2010-12-23/fare-lavori-occasionali-090835.shtml?uuid=AYPLb4tC

http://www.fiscoetasse.com/rassegna-stampa/13939-le-operazioni-intracomunitarie-e-il-sistema-vies.html

http://www.eutekne.info/Sezioni/Articolo.aspx?ID=313275

http://www.eutekne.info/Sezioni/Articolo.aspx?ID=313283

http://www.fiscoetasse.com/rassegna-stampa/13934-sistri-pubblicato-in-gazzetta-ufficiale-il-decreto-sulla-proroga.html

http://www.commercialistatelematico.com/cgi/stampa_pdf.html?doc=7061

venerdì 17 dicembre 2010

Commercialisti: Associazioni e sindacati di categoria

Mi stavo cercando di fare un'idea delle associazioni che ci sono nell'ambito della categoria dei Commercialisti (Ragionieri, Dottori) ed Esperti Contabili.
.
Per i non esperti di commercialisti, serve specificare che l'ordinamento ministeriale prevede l'istituzione degli Ordini dei Commercialisti e degli Esperti Contabili. Parallelamente all'istituzione ministeriale possono nascere associazioni tra gli iscritti per promuovere la figura del commercialista, la formazione, etc.
.
Vorrei provare a fare un elenco di quelle associazioni che si trovano in rete, ma temo che da sola sia impresa improba.
.
Quindi chiedo a chi mi legge di darmi una mano, indicandomi nei commenti sul blog o su facebook, le sigle e il sito internet, così le metto qua e vediamo cosa ne esce.
.
Questo, pertanto, è un post in continuo update (in ordine di come arrivano le segnalazioni).
.
Grazie in anticipo a chi vorrà collaborare.
.
A livello nazionale:

Associazione Nazionale Ragionieri Commercialisti

Associazione Nazionale Commercialisti

Associazione dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili

Unione Nazionale Commercialisti ed Esperti Contabili - Unagraco

Unione Italiana Commercialisti - Unico

Anrev

Unione Giovani Dottori Commercialisti (è giusto il sito?)

Associazione Dottori e Ragionieri Commercialisti - Ardec

Associazione Italiana Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili

ANDOC - Associazione Italiana Dottori Commercialisti

Associazione Sportiva Dilettantistica Dottori Commercialisti Esperti Contabili

Associazione Commercialisti Golfisti


A livello locale:

Piemonte
Sindacato Commercialisti Piemonte
Unione Giovani Dottori Commercialisti Torino
Unione Giovani Dottori Commerciasti di Asti, Alessandria, Casale Monferrato
Unione Giovani Dottori Commercialisti di Cuneo

Valle D'Aosta

Lombardia
Arcol Lombarda - Lombardia
Unagraco - Milano
Unione Giovani Ragionieri Commercialisti Brescia
Unione Giovani Commercialisti ed Esperti Contabili Bergamo
Associazione Culturale Ragionieri Commercialisti di Monza
Associazione Dottori Commercialisti della Vallecamonica
Associazione Italiana Dottori Commercialisti EC - AIDC - Milano
Associazione Bresciana Commercialisti

Emilia - Romagna
Sindacato Commercialisti Bologna - Sirbo
Associazione Dottori Commercialisti EC - Bologna
Commercialisti Ferrara
Associazione Commercialisti Ferrara
Associazione Dottori Commercialisti EC - Forlì Cesena
Unione Giovani Dottori EC di Reggio Emilia
Unione Giovati Dottori Commercialisti EC Modena

Veneto
Associazione dei Dottori Commercialisti ed EC delle Tre Venezie
Arcedi - Commercialisti ed EC a Venezia
Unione Giovani Dottori Commercialisti - Treviso
Associazione Ragionieri Commercialisti - Padova, Rovigo, Vicenza
Unione Giovani Dottori Commercialisti EC - Vicenza

Trentino Alto Adige
Unione Giovani Dottori Commercialisti EC Bolzano
Unione Giovani Dottori Commercialisti di Trento e Rovereto

Friuli Venezia Giulia
Unione Giovani Dottori Commercialisti Udine
Associazione dei Dottori Commercialisti EC di Pordenone

Liguria
Associazione Dottori Commercialisti EC - Liguria

Toscana
Sindacato Ragionieri Firenze
Adc Firenze
Unione Giovani Esperti Commercialisti ed Esperti Contabili di Pistoia
Unione Dottori Commercialisti EC - Pistoia
Associazione Commercialisti Circondario Empolese Valdelsa
Associazione Ragionieri Commercialisti Lucca
Unione Giovani Dottori Commercialisti EC Pisa

Umbria
Sindacato Commercialisti Umbria
Unione Giovani Dottori Commercialisti Perugia

Lazio
Sindacato Nazionale Unitario - Lazio
Adc Tivoli

Molise
Unione Giovani Dottori Commercialisti EC del Molise

Abruzzo
Unione Giovane Dottori Commercialisti EC Teramo
Unione Giovani Dottori Commercialisti EC de L'Aquila e Sulmona

Campania
Associazione Commercialisti Campania
Associazione Commercialisti Salernitani
Associazione Dottori Commercialisti Napoli
Unione Giovani Dottori Commercialisti Salerno
Unione Commercialisti EC Caserta
Unione Dottori Commercialisti EC Benevento

Puglia
Unione dei Giovani Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Bari e Trani
Unione Giovani Dottori Commercialisti ed EC di Lecce
Unione Giovani Dottori Commercialisti EC di Bari

Basilicata
Unione Giovani Dottori Commercialisti di Potenza

Calabria
Unione Giovani Dottori Commercialisti ed EC di Cosenza

Sicilia
Unione Giovani Dottori Commercialisti EC Palermo
Unione Giovani Dottori Commercialisti EC Catania
Unione Giovani Dottori Commercialisti EC Messina

Sardegna
Adc - Associazione Sindacale Dottori Commercialisti EC Sardegna
Unione Giovani Dottori Commercialisti - Cagliari

martedì 14 dicembre 2010

Immobili all'asta, come trovarli

Capita di sentire di immobili venduti all'asta con procedura del Tribunale di appartenenza.

Qualche anno fa si è cominciata ad affidare la gestione delle procedure di messa in vendita a custodi giudiziari, nominati dal Tribunale, per facilitare la messa sul mercato dei beni in vendita.
.
Molti miei colleghi si sono proposti come custodi giudiziari e lavorano con il Tribunale in questa attività professionale (qua il link alla normativa).
.

E ci sono "vetrine" autorizzate, dove è possibile sapere quali siano gli immobili, prendere copia della perizia e dell'avviso di asta, sapere tutto, prezzo, date e nome del custode giuidiziario a cui rivolgersi per avere informazioni.

La ricerca è ben fatta: io stessa ho passato del tempo stasera a cercare gli immobili nella mia zona e si fa fa per comune, per provincia, per regione.

Ve lo segnalo: il sito è questo - Aste e Immobili.

E questa, per esempio, è la ricerca di immobili nel comune di Como.

domenica 5 dicembre 2010

La pagina fan dello Studio su Facebook

Studio Elena Trombetta


Promuovi anche tu la tua pagina

Da ieri il mio studio ha una pagina fan su Facebook.
.
Sono vari i motivi che mi hanno spinta a farlo: principalmente il desiderio di tenere distinta la mia vita "privata" da quella professionale: dare uno stile, se così si può dire, a quello che si legge nella mia bacheca. Non reggevo più la miscellanea di notizie fiscali con link di musica, e regali di farmville, e volevo trovare un modo di distinguere le cose senza che nulla andasse perso, perchè, in fondo, tutto questo è parte di me.
.
E poi perchè mi piace dimostrare che facebook può anche essere utilizzato in modo intelligente dalla nostra professione.
.
Le pagine fan sono strumenti per rappresentare aziende, professionisti, e sono utili per raccogliere e dare organizzazione a quello che si fa nell'attività professionale: ho riesumato un vecchio account di slideshare, per esempio, di cui avevo quasi dimenticato l'esistenza, e nel quale presto andrò a pubblicare le slide dei convegni tenuti sulla Pec.
.
Ho inserito inoltre questo blog, taxappeal, sia in una sezione apposita che con l'aggiornamento automatico dei post pubblicati in bacheca (e questo è il primo!!).
.
Compilando le info mi sono accorta di come siano ben predisposte le indicazioni per raggiungere lo studio, tanto che mi sono fatta la ricerchina anche sui tanto bistrattati mezzi pubblici. E poi gli orari di apertura, i recapiti. Insomma, una pagina dove c'è l'essenziale, ma un essenziale che non mi veniva in mente prima di compilarla ;)
.
E poi sarà una bella raccolta di idee, opinioni, suggerimenti. E, mi piacerebbe, anche qualcosa che sia di stimolo per i colleghi che vogliano fare qualcosa di simile e che magari, fino ad ora non ci hanno pensato.
.
E poi, come mi disse qualcuno tantissimo tempo fa a proposito di questo blog "l'essenziale è partire con le cose in rete, poi lasciatele crescere addosso" ....
.
Qua sopra c'è il link per iscriversi: se non ci sei ancora, ti aspetto nei miei "fan".
.

giovedì 2 dicembre 2010

Paolo Saltarelli a Uno Mattina (e finalmente i numeri della "nostra" crisi")

Ho scoperto che la Cassa Previdenza Ragionieri ha un canale You Tube che si chiama ragprev (da molto prima che il Cndcec facesse la tua Tv satellitare). Il video qua sotto si trova proprio lì.
.
Ieri Paolo Saltarelli, Presidente della CPR era ospite a UnoMattina, Rai1, (bravo!), per parlare di problemi di categoria, e, per la prima volta ho sentito dichiarare i numeri della crisi: fatturato in calo del 37%, per le donne anche del 50% nel 2010. E, ovviamente, sono numeri che si ripercuotono sulle CP in generale.
.
Mi è molto piaciuto vedere la discesa in campo in rete della Cassa di Previdenza, che per me potrebbe abolire il giornaletto cartaceo e impostare la comunicazione anche tutta in rete (di fatto, arriva una newsletter periodica, anche se non ho mai tempo di leggerla).
.
E ora embeddo qua il video, che, anche se corto, considero un bel traguardo per la mia categoria.
.

P.s: Paolo, se mi leggi, e so che mi leggi, me la racconti la comunicazione 2.0 della Cassa Previdenza, che ci faccio un bel post? :)

.

mercoledì 1 dicembre 2010

In morte di una Pec - cosa fare in caso di cessazione?

A un anno di distanza dall'introduzione dell'obbligo della Pec per i professionisti, ho provato a tirare un po' le somme della mia esperienza.
.
Avevo aperto la mia casella pec con la convenzione del Consiglio Nazionale Dottori Commercialisti, con poste.it, molto, ma molto convinta della bontà della mia scelta.
.
Un mese fa ne ho aperta un'altra con un altro Gestore e lentamente sto migrando le comunicazioni perchè è mia intenzione cessare quella di poste.it.
.
Il perchè?
.
Forse sono solo stata sfortunata, e si sa che tante scelte sono condizionate dall'uso che si fa delle cose, però mi sono trovata in difficoltà più di una volta:
.
tra le altre cose, ho avuto problemi nell'invio di allegati, ma, soprattutto, perchè ho avuto un problema con le password, per le quali ho chiesto il reset a giugno 2010, (come da apposita procedura richiesta da poste.it, e quindi con l'invio di un fax), e ho ricevuto il reset solo pochi giorni fa. Insomma, problemi di assistenza, alla fine. Non so se per fortuna, ma la password era memorizzata nel mio pc, quindi ho potuto continuare a verificare le notifiche, ma credo che cinque mesi siano troppi in ogni caso.
.
Ovviamente, per testare la risposta del nuovo Gestore, ho bastardamente richiesto il reset delle password anche a loro, per vedere di non finire dalla padella nella brace, e l'ho ottenuta in meno di un pomeriggio.
.
Ora però mi trovo a dover affrontare alcune questioni di cui non trovo risposta nella normativa (e l'ho fatta passare bene bene), e provo ad esporle qua, con le soluzioni che mi sono data, chissà mai che qualcuno ne sappia di più:
.
Come avviene la cessazione di una casella di Posta Elettronica Certificata, PEC?
Come procedere, come tutelarsi?
.
1. la conservazione dei messaggi: è vero che il Gestore ha l'obbligo di conservarne una copia per 30 mesi, ma io vorrei averli anche sul mio archivio. Quindi mi sto mettendo a salvare messaggio per messaggio in apposita cartella sul mio pc (stamparli non serve, il messaggio pec ha validità in formato elettronico)
.
2. ho il dubbio che il mio indirizzo possa essere riassegnato a qualcun altro: con il mio stesso nome e cognome credo ci sia un'altra collega in Italia, ma non è questa la questione. Mi chiedo, in generale, se non sia previsto legislativamente un obbligo, per il Gestore, di non riassegnare lo stesso indirizzo di pec a una persona che non sia quella che originariamente l'abbia richiesta per prima.
.
3. il "giro delle comunicazioni": ho usato la pec per pochissime cose, in primis l'ho comunicata al mio Ordine e a loro sicuramente dovrò comunicare la variazione. Però mi sto rivedendo anche gli altri indirizzi ai quali comunicherò la nuova pec.
.
4. ho anche ragionato sul fatto di tenere in essere l'indirizzo "vecchio" per un po' di tempo, giusto per vedere se qualcuno lo utilizza, ma poi ho concluso che avrei comunque dovuto monitorarlo, mentre una pec cessata rimanda un messaggio di mancata consegna, e chi lo riceve sa che deve informarsi sul nuovo.
.
5. alla fine di tutto mi leggerò il contratto e verificherò le modalità per la chiusura della vecchia pec.
.
.
Queste sono solo alcune piccole questioni che mi sono venute in mente, ma se passi di qui e te ne vengono in mente altre scrivimi, o commentami, e proveremo a ragionarci :)
.

martedì 30 novembre 2010

Il Minstero risponde ad Anorc sulla validità dei web certificati

Chi è Anorc?
E' una associazione che ho avuto il piacere di conoscere quest'anno, e attraverso la quale ho frequentato corsi altamente specializzati sulla dematerializzazione.
.
E non è composta solo di esperti, sono anche e soprattutto entusiasti, e mi piace quando incontro qualcuno che mette passione, oltre che altissima competenza, in quello che fa.
Ad Anorc si studia, si analizza sempre in senso propositivo, ed oggi, a una questione posta dal Presidente avv. Lisi, sulla validità dei web certificati, il Ministero ha risposto.
La questione è ben spiegata qua, non la sto a "copiare" che è poco carino ;)
Ma la cosa interessante è che il Ministero ha risposto, e di questo, come associata Anorc, sono orgogliosa.
.

Adr Commercialisti (mediazione tra dottori commercialisti)

Che la mediazione sia importante per i commercialisti non ce lo diciamo da oggi.
.
Che ormai quasi tutti i colleghi abbiano svolto, o abbiano in programma di svolgere, il corso obbligatorio per l'iscrizione come mediatori è altrettanto noto.
.
Il nostro Consiglio Nazionale, in data 21 settembre 2010, ha annunciato la nascita di Adr Commercialisti, la Fondazione voluta per dare una risposta in tema di conflitti e di mediazione civile.
.
Ma, ad oggi, non se ne sa di più.
Ho provato a cercare in rete ma le uniche notizie che ho trovato sono rilanci di quella pubblicata sul sito del Consiglio Nazionale.
.
Speravo che ci fosse almeno un sito, con le informazioni minime, che spiegasse il perchè di questa fondazione, i programmi immediati, se verranno tenuti corsi, i documenti, le scadenze della mediazione.
Ma non ho trovato nulla.
.
Se qualche collega passa di qua e ne sa di più lo mette nei commenti?
.

Manifesto dell'Open Government (in streaming)

Benedetta rete che permette di esserci anche senza prendere un aereo o un treno...

Perchè oggi mi sarebbe piaciuto essere presente a Roma, alla presentazione del Manifesto per l'Open Government, ma proprio non ce l'ho fatta.

E allora me la guardo da qua.

E un in bocca al lupo ai promotori di questa bella iniziativa.

venerdì 26 novembre 2010

Canale 906 Sky - Reteconomy

Reteconomy, il canale satellitare nato dal Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti, e presente, come primo evento, al Congresso di Napoli.
.
Io l'ho scoperto oggi, perchè una mail della segreteria dell'Ordine cui appartengo, ha inviato i parametri di configurazione di questo Canale. Qualche giorno fa, è vero, era anche arrivata una comunicazione, ma presa come sono tra acconti da rivedere e acconti Iva da calcolare, l'avevo messa in stand by, dove sta ancora.
.
Però stasera, post cena, ho clikkato NOVE ZERO SEI sul telecomando e mi sono messa, curiosa, a vedere di cosa si tratta.
.
In pratica, per ora, fanno rivedere le registrazioni degli interventi del Congresso, così gli Ordini che lo desiderano, possono organizzare eventi validi ai fini della formazione (se li si guarda da casa non formano).
.
Io che al congresso ho partecipato, guardando il palinsesto che si trova clikkando qua, so già che mi vorrò rivedere l'intervento di Giulia Pusterla - La ristrutturazione dei debiti di chi non può fallire perchè mi sono persa il finale, le Quote rosa delle ragazze che ho fotografato, e, e, e ... no non mi sono incantata, ma non lo vedo: ma non credo sia possibile, forse lo faranno la prossima settimana, perchè l'intervento del figlio di Ambrosoli, il sabato mattina, me lo vorrei proprio rivedere, e rivedere e ancora rivedere, e semmai avessero la bella idea di metterlo in internet, lo vorrei anche poter embeddare, perchè è quello che più di tutti mi è spiaciuto perdere, rientrando prima a casa, e perchè, mi hanno detto i colleghi che lo hanno seguito, è stato il punto forte di tutto il Congresso.
.
Quindi, aspetto, fiduciosa...
.

giovedì 25 novembre 2010

Lettera del Presidente Siciliotti ai partecipanti al Congresso di Napoli

Stamattina ho ricevuto questa lettera, che riporto di seguito.
Leggendola, a botta calda, mi viene una prima considerazione: il nostro Consiglio Nazionale chiede di scrivere, dare suggerimenti, vuole sapere cosa ne pensiamo. Ma di scrivere a loro, al Consiglio Nazionale, in modo unidirezionale.
.
E mi chiedo: perchè non usare gli strumenti del Social Network, perchè non ci mette in connessione, noi con loro, loro con noi, e noi tutti insieme?
.
Perchè non pensare alla nostra rete come a qualcosa che può aiutare i dottori commercialisti ad uscire da questo momento, tragico anche per noi, per i nostri studi, dove si lavora il doppio e si incassa (meno del)la metà? O che ci permetta anche solo di sapere che non siamo soli in questo mare in burrasca, e che si possa ragionare su soluzioni comuni, cose sperimentate, esperienze che aiutino?
.
Perchè dice che il sito ha avuto centinaia di migliaia di contatti ma io non conosco nemmeno uno dei miei colleghi che si sono connessi, perchè non c'era una chat dove commentare, perchè nemmeno i video del sito del nazionale sono embeddabili, perchè non c'è un forum dove incontrarci?
.
Intanto vi lascio la copia della lettera qua, e se avete commenti, sarei ben lieta se li condividete con me.
.
-----------------------------------------------------------------------------------------------
Caro/a Collega,
prima di ogni altra considerazione, consentimi di porgerTi, a nome di tutto il Consiglio nazionale, un sentito ringraziamento per la Tua presenza al Congresso Nazionale di Napoli dello scorso 21, 22 e 23 ottobre.

Abbiamo cercato di costruire un congresso capace di proporre, comunicare ed emozionare, mettendo al centro della scena la nostra categoria.

Per quello che sono i suoi valori: quell'etica che, nella autovalutazione che ciascuno dovrebbe sempre fare anzitutto dei comportamenti propri, viene prima di qualsivoglia considerazione di tipo meramente giuridico-meccanicistico.

Per quello che sono le competenze che la rendono utile al Paese ed ai suoi cittadini: il fisco, la capacità di mediazione, la finanza, la gestione in economicità dei beni sequestrati alla malavita e altre ancora.

Abbiamo avuto una risposta eccezionale da parte dei media: dall'onore della prima pagina sul Corriere della Sera, agli spazi dedicati da tutte le principali testate giornalistiche del Paese, passando attraverso le centinaia di migliaia di contatti (oltre 200.000) sulle pagine dei siti internet che seguivano in diretta l'evento.

È del tutto evidente che ciò rappresenta una chiara dimostrazione del fatto che sempre più viene riconosciuto ai commercialisti (e, quindi, al commercialista) il ruolo di parte sociale in possesso di importanti competenze tecniche, piuttosto che di mera categoria tecnica priva di qualsiasi rilevanza sociale.

Abbiamo avuto una minore risposta in termini di presenza fisica da parte dei politici, ma questo era ampiamente previsto, né costituisce un problema, atteso che nella strategia di comunicazione del Consiglio nazionale è la Conferenza dei delegati, che ogni anno si tiene, non a caso, a Roma, il luogo deputato ad assicurare una più ampia passerella ai rappresentanti delle istituzioni, anche a costo di comprimere i tempi del dibattito sui temi e sulle questioni.

Nonostante quanto precede, c'è ovviamente ampio margine per formulare critiche costruttive volte al miglioramento dell'azione di questo Consiglio nazionale e all'organizzazione dei suoi eventi.

Ci potrebbe essere, ad esempio, qualche collega non del tutto convinto che al centro della scena, sia nei risvolti etici che in quelli tecnici, c'era sempre la figura del commercialista e pensa magari che si sarebbe dovuto parlare più di noi, anziché semplicemente parlare noi.

Ci potrebbe essere chi comunque ritiene che il successo di un Congresso sia da valutare facendo nulla più che il conto dei Ministri e Sottosegretari presenti.

Ci possono poi essere mille ed un suggerimento su come migliorare l'evento dal punto di vista contenutistico e da quello organizzativo, a cominciare da un ripensamento di una tradizione un po' desueta come la cena di gala che, in effetti, finisce spesso per essere con i suoi riti più un momento di stanca che non di aggregazione.

So che hai già dedicato generosamente alla categoria tre giorni del tuo tempo.

Te ne chiedo però altri cinque minuti.

Scrivici i Tuoi suggerimenti, le Tue impressione ed anche, ovviamente, le Tue feroci critiche, se feroci senti di farle.

Le leggeremo e ne faremo tesoro.

Con riconoscenza
Claudio Siciliotti

venerdì 19 novembre 2010

Che stress, lo stress correlato!

Scadenza: 1 gennaio 2011
Sono state pubblicate il 17 novembre 2010, dal Ministero del Lavoro con Nota 23692/2010, le indicazioni per la valutazione dello stress correlato.
Sempre sul sito del Ministero del Lavoro può essere utile la sezione "Sicurezza sul lavoro".

Equitalia, quando non si riesce a pagare la cartella

Quando le sanzioni arrivano all'Esattoria, oggi Equitalia, spesso dal capitale si è arrivati a cifre di molto più alte, per interessi e sanzioni.
.
E, vuoi la crisi, vuoi che magari la cifra è alta, viene lo scoramento e si vorrebbe dimenticare il problema chiudendolo nel cassetto.
.
Ma non serve, perchè i cassetti, Equitalia, non li chiude.
.
E allora conviene prendere in mano la situazione, magari facendosi aiutare dal proprio professionista se le cifre sono importanti, e chiedere ad Equitalia la rateazione.
.
I moduli e le istruzioni sono sul sito, la modulistica e il calcolatore per le rate, così che anche da casa si possano fare le simulazioni.
.
Equitalia, ora ha mezzi molto più precisi e decisi che negli anni passati: una cartella scaduta può significare, per esempio, conti correnti pignorati, crediti pignorati verso clienti, oltre ai soliti fermi amministrativi di automezzi e ipoteche giudiziali. La rateazione permette di gestire il debito, di organizzare il rientro.
.
Un'occasione da non perdere.
.

giovedì 18 novembre 2010

Bilancio Enti no profit - Cndcec

Sul sito del Consiglio Nazionale Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili, da qualche giorno è presente in home page la richiesta di pubblica consultazione della bozza del Quadro Sistematico per la preparazione e la presentazione del Bilancio degli Enti no Profit.
.
E' un documento di una quindicina di pagine, prodotta da un Tavolo di lavoro a cui hanno partecipato Agenzia per le Onlus, Oic e Cndcec.
.
Mi piace molto questo nuovo mezzo di condivisione tra organismi e la base, questo richiedere "prima" le osservazioni che possono essere recepite in un documento, senza doverlo correggere "poi", questo mettersi in discussione.
.
Da parte mia, me lo guarderò e se troverò qualcosa di interessante lo segnalerò attraverso l'apposito indirizzo.
.
Ed è quello che auspico facciano anche altri colleghi, per spirito di colleganza e condivisione. E sarebbe bello se questa notizia circolasse tra colleghi, che spesso non si guarda il sito del nazionale, e certe cose sfuggono :)
.
Tutti i riferimenti si trovano clikkando qua.
.

Validità del Durc

Il Durc ha validità tre mesi se utilizzato nelle procedure di appalto, opere, servizi e forniture pubbliche.

Fonti:
Inps - Circolare 145 del 17.11.2010
Ministero del Lavoro - Circolare 35/2010

mercoledì 17 novembre 2010

Scadono alcuni pin di Fisconline

Si fa pulizia anche all'Agenzia delle Entrate.

A Capodanno scadranno i pin inutilizzati negli 2009 e 2010.

Infatti, il codice pin per accedere ai servizi telematici dell'Agenzia delle Entrate scade il 31 dicembre del secondo anno successivo a quello dell'ultimo utilizzo, o, se non è mai stato usato, il 31 dicembre del secondo anno successivo a quello del rilascio.

sabato 13 novembre 2010

Ragionando sulle prossime scadenze fiscali ...

In arrivo un momento difficile per i contribuenti:
.
ci avviamo verso la fine del 2010 e il 30 novembre scade la seconda rata degli acconti sulle imposte, Irap e contributi Inps; il 16 dicembre arriva il saldo Ici, e il 27 dicembre l'acconto dell'Iva... e poi ci sono le tredicesime, con il carico doppio di stipendi e contributi sul mese di gennaio 2011.
.
E' un momento difficile, da un punto di vista finanziario: in tanti faticano a tenere il passo con i pagamenti, e queste uscite, sebbene dovevano essere preventivate, rischiano di mandare a gambe all'aria le attività più fragili.
.
E allora può diventare opportuno ragionare con il proprio professionista per valutare quali ipotesi, consentite dalla normativa, permettono di "pagare meno": gli acconti di fine novembre e l'acconto Iva, infatti, possono essere versati su base "previsionale", e, nel caso in cui proprio non si riesca a versare, è sempre opportuno versare quanto dovuto almeno in parte, per ridurre al minimo le sanzioni, magari versando prima importi che poi l'anno successivo diventano deducibili come i contributi previdenziali.
.
Insomma, il messaggio è che, anche in momenti difficili, occorre tenere la barca il più possibile diritta, e non mollare mai il timone, senza agire di testa propria, ma facendosi aiutare in questa valutazione dal proprio commercialista per ragionare su ogni possibile soluzione.
.

Truffa sui finti rimborsi

Certe notizie, certi avvisi, certi WARNING, non girano mai abbastanza.
.
Quindi rilancio la comunicazione pubblicata su Fisco Oggi, la rivista on line dell'Agenzia delle Entrate, che invito ad andare a leggere attentamente:
.
"C'è in giro un rimborso fiscale", pare che ci sia in giro una mail che comincia così.
.
E' una truffa, la e mail è pericolosa e va eliminata senza aprire nulla.
.
E poi, l'Agenzia, non manda avvisi al telefono o via mail, e, nel dubbio, meglio una telefonata nostra all'Agenzia o al professionista che ci cura, che cadere in certe trappole...
.

mercoledì 10 novembre 2010

... pensieri che si aprono

Porte che si chiudono,
pensieri che si aprono.

Avrò un po' più di tempo per passare di qua, prossimamente.
Ho dato una tinteggiata alle pareti, anche se non so ancora se questo è il colore definitivo.

Ho fatto prendere un po' d'aria a taxappeal, e ora si riprende.

sabato 23 ottobre 2010

Congresso di Napoli: le quote rosa


Il mio congresso non è durato moltissimo, sono arrivata il 21 e rientrata il 22 a metà pomeriggio.

Ma molte delle foto che ho scattato riguardano l'intervento sulle pari opportunità, un bell'incontro, dove nessuno si è annoiato.

E siccome di quote rosa di parla, ho un po' ecceduto nelle fotografie, se è vero che sono il 50% di quelle che ho scattato: e sono le mie quote rosa ...

mercoledì 20 ottobre 2010

Congresso Nazionale Dottori Commercialisti a Napoli

E da domani a venerdì sono qua:

La diretta sarà qua.

E se ci sei anche tu, fatti riconoscere, ti prometto la foto e citazione su questo blog!

mercoledì 1 settembre 2010

Proroga scadenza smart card 12020...

Progorogate al 30 giugno 2011 le smart card che cominciano con 12020 ...
Me ne sono accorta al rientro quando, non avendo ancora ricevuto la nuova, ho chiesto spiegazioni.
Hanno dato la proroga il 17 agosto, quando, grazie al cielo, avevo altro da pensare e quando devono essersi accorti che era una procedura più complessa in termini di numeri di quanto si aspettassero.
In ogni caso, la mia nuova è in dirittura d'arrivo.
.
La deliberazione e' gia' in vigore per alcune sue parti, la Determinazione Commissariale n.69/2010, emanata da DigitPA, pubblicata in Gazzetta Ufficiale n.191 lo scorso 17 agosto 2010, ha parzialmente modificato alcune delle scadenze previste inizialmente dalla delibera 45/2009 in particolare procrastinando la sostituzione delle SmartCard con numero di serie 1202 entro il 30 giugno 2011 per poter supportare i nuovi algoritmi. Dalla entrata in vigore della Deliberazione (31 agosto 2010) possono essere sostituiti i programmi di firma dei documenti per poter apporre le nuove firme. La sostituizione deve essere completata entro il 31 dicembre 2010.
Dalla entrata in vigore della Deliberazione (31 agosto 2010) i programmi di firma dei documenti dovranno verificare tutti i documenti firmati nei nuovi formati. La verifica dei documenti firmati nei vecchi formati deve essere garantita per le firme apposte sino al 30 giugno 2011.

domenica 25 luglio 2010

Entratel, problemi con l'assistenza

Con un comunicato dell'Agenzia delle Entrate, presente sul sito dell'Agenzia e datato 23 luglio, ma che non ho visto in piattaforma Entratel, si avvisa che:


Per cause non dipendenti dall’Agenzia delle Entrate, il servizio di assistenza telefonica per il canale Entratel (848836526) è momentaneamente sospeso. In attesa che venga ripristinata la sua funzionalità, l’Amministrazione ha adottato un piano straordinario per garantire l’assistenza agli utenti su tre fronti:

attivazione di un nuovo numero di assistenza telefonica da parte di Sogei che sarà reso noto nella giornata di lunedì prossimo;

potenziamento dell’attività dei Cam (Centri di assistenza multicanale) al numero 848800444 - opzione 1 assistenza con operatore - opzione Area Tematica;

creazione di una casella di posta elettronica funzionale dedicata dc.sac.assistenzaentratel@agenziaentrate.it dove inviare i propri quesiti.


(giusto perchè siamo in scadenza... e poi notavo che da venerdì la piattaforma Entratel non elabora più le ricevute che sono in stand by .... mah)
.

martedì 22 giugno 2010

Entratel .. e i file ASS

Stamattina c'era un file nuovo nella mia piattaforma Entrate, un file ASS ... qualcosa.
.
L'ho scaricato, aperto con la psw ma, siccome non si apriva, l'ho parcheggiato un attimo.
.
Poco fa ho ricevuto una mail di un collega che mi segnalava che non è proprio così intuitivo aprire e capire di cosa si tratta, quindi ci ho lavorato e ora vi giro cosa ne ho capito:
.
Sul sito dell'Agenzia è riportato che si tratta di
21-06-2010 - Anomalie riscontrate nel triennio 2006, 2007 e 2008 sulla base dei dati rilevanti ai fini dell'applicazione degli studi di settore
.
Con tutte le belle istruzioni per leggerlo. Io ci avrei capito poco.
Comunque, se vi interessa, ho fatto così:
.
Ho salvato il file, aperto la ricevuta che mi ha creato un file .rel nella cartella Entratel/Documenti/Ricevute
.
Ho selezionato il file da aprire con il programma da associare WordPad e ho finalmente letto l'avviso di anomalia.
.
Ve la lascio qui, dovesse servire :)
.

lunedì 7 giugno 2010

Bonifici a professionisti: quando si tassa

E finalmente ce l'hanno detto (o confermato).
.
Il professionista paga le imposte quando incassa il compenso. E questo vale, a cavallo d'anno, se il cliente esegue il bonifico, per esempio nel 2009, e il professionista riceve l'accredito, per esempio nel 2010.
.
E' la prima volta che l'Agenzia specifica questo aspetto che, pare, ha dato corso a notevole contenzioso e lo ha fatto nel corso della Diretta Map.
.
L'Agenzia parla di "data disponibile", ovvero il giorno a partire dal quale la somma di denaro può effettivamente essere utilizzata.
.
La "chicca" è che se il cliente, per tornare all'esempio di prima, paga nel 2009, dovrà effettuare la trattenuta nel 2009 con conseguenze valutazione dei termini di versamento e dichiarazione, con conseguenti disallineamenti.
.
Il mio parere? Con 365 giorni a disposizione, ma bisogna proprio mandare i bonifici a capodanno?
.

Manovra Finanziaria - Limiti al contante

La Manovra Finanziaria prevede il divieto di trasferimento di denaro contate, libretti postali e bancari o titoli al portatore di importo pari o superiore a 5.000 Euro
.
La novità è in vigore dal 31 maggio 2010.
.
Anche il ricorso frequeste o ingiustificato a operazioni in contanti, anche se inferiori a 5.000 Euro, verrà valutato come elemento di sospetto.
.
La soglia di limitazione del contante passa da 12.500 a 5.000 Euro, e, ovviamente, non è possibile il trasferimento frazionato "al caso".
.

sabato 5 giugno 2010

Autotrasporto - Conferma delle agevolazioni

Con comunicato del 24 maggio 2010 dell'Agenzia delle Entrate, sono state riconfermate le agevolazioni all'autotrasporto.
.
In pratica:
.
1) le imprese di autotrasporto merci – conto terzi e conto proprio – possono recuperare nel 2010, fino ad un massimo di euro 300 per ciascun veicolo (mediante compensazione in F24), le somme versate nel 2009 a titolo di contributo al Servizio Sanitario Nazionale sui premi di assicurazione per la responsabilità civile per i danni derivanti dalla circolazione dei veicoli a motore adibiti a trasporto merci di massa complessiva a pieno carico non inferiore a 11,5 tonnellate.
.
2) per i trasporti effettuati personalmente dall’imprenditore oltre il comune in cui ha sede l’impresa (autotrasporto merci per conto di terzi) è prevista una deduzione forfetaria di spese non documentate (ai sensi dell’articolo 66, comma 5, primo periodo,
del TUIR), per il periodo d’imposta 2009, nelle seguenti misure:
- 56,00 euro per i trasporti all’interno della regione e delle regioni confinanti. La
deduzione spetta anche per i trasporti personalmente effettuati dall’imprenditore
all’interno del comune in cui ha sede l’impresa, per un importo pari al 35 per cento di
quello spettante per i medesimi trasporti nell’ambito della regione o delle regioni
confinanti;
- 92,00 euro per i trasporti effettuati oltre tale ambito.
.

Scadenze Pagamenti da Unico 2010 - persone fisiche e società di persone

E ci avviciniamo al momento di "pagare le tasse", come si dice nel linguaggio comune.
.
E' opportuno fare un minimo di riassunto delle scadenze che ci aspettano tra giugno e luglio 2010, quelle relative ai redditi del 2009 che andranno a confluire nell'Unico 2010.
.
Per i soggetti Irpef (le persone fisiche) e le società di persone (es.: Snc e Sas), il pagamento di saldo 2009 e primo acconto 2010 è fissato il 16 giugno 2010, oppure, con una piccola maggiorazione dello 0,40%, con proroga al 16 luglio 2010.
.
Da più parti le associazioni di categoria hanno chiesto uno slittamento delle scadenze perchè è solo di questi giorni la pubblilcazione del software di Gerico per la compilazione degli studi di settore, ma pare che la cosa non sia all'ordine del giorno del governo. E se arriverà sarà tardi, in prossimità della scadenza.
.
In ogni caso va ricordato che le scadenze che cadono di sabato o di giorno festivo sono prorogate al primo giorno lavorativo successivo.
.
Poi ci sono le società di capitali (srl, spa), che meritano un futuro post a parte.
.

mercoledì 2 giugno 2010

Pec - Il mio articolo su Press

Un po' di sana autopromozione.
.
Sul numero di maggio 2010 di Press, la rivista dei Dottori Commercialisti, è pubblicato un mio articolo sulla Posta Elettronica Certificata.
.
Per scaricarlo e leggerlo è sufficiente andare alla pagina 21 del file che si scarica in questa pagina.
.
Se invece siete colleghi, andate a recuperarvi la versione cartacea che dovrebbe arrivare in questi giorni.
.
E visto che non è che mi pubblicano un articolo tanto spesso, i complimenti sono graditi :)
.

Pec - Elenco indirizzi Pubbliche Amministrazioni

Una delle domande più ricorrenti che mi sento fare durante e post convegni sulla Pec, è dove è possibile reperire gli indirizzi Pec.
.
Gli Ordini non rendono pubblici gli indirizzi a chiunque, ma solo alle Pubbliche Amministrazioni, quindi per procurarselo occorre chiederlo al diretto proprietario.
.
Mentre le Pubbliche Amministrazioni sono reperibili a questo indirizzo, e facilmente ricercabili.
.
C'è solo da sperare che presto ci siano tutte ...
.

mercoledì 12 maggio 2010

15 anni di commercialista telematico

Sono in partenza per Rimini, dove, il
.
.
è previsto un mega-convegno per festeggiare i
.
15 anni di attività del Commercialista Telematico,
.
dell'amico Roberto Pasquini.
.
Il programma è di tutto rispetto con relatori e argomenti di sicuro interesse.
Ma non vado solo per quello: ho voglia di rivedere colleghi che ho conosciuto in rete, conoscerne di nuovi, scambiare opinioni, ragionare e "cazzeggiare", partecipare alle sessioni di aggiornamento ma anche e soprattutto alle cene, sentire l'aria che si respira a San Patrignano e svegliarmi con il mare che si vede dalla finestra, di fare foto, a tutti e a tutto.
.
E di rilasssarmi, ma davvero, per due giorni.
.

lunedì 26 aprile 2010

domenica 11 aprile 2010

Il Sole24Ore in abbonamento on line

Premessa: questo post NON è sponsorizzato (non si sa mai, meglio precisare). Scrivo quello che segue perchè trovo che sia importante condividere con i colleghi che mi leggono le notizie che trovo utili, anche se riguardano prodotti o servizi.
.
Insomma: mi sono innamorata dell'abbonamento a Il Sole24Ore on line.
.
L'ho sottoscritto due ore fa, in una domenca di pioggia, 'che non avevo voglia di andare in giro, e da due ore sto guardando, leggendo, stampando, confrontando articoli su carta con articoli on line.
.
I giornali restano in linea 30 giorni, sicuramente di più di quanto non restino sulla mia scrivania (...), si possono fare ricerche nei 30 giorni precedenti per trovare articoli che contengano le parole richieste, e su carta è impensabile, è facilissimo da usare, e probabilmente voi che mi leggete lo state già utilizzando tutti.
.
Si paga per averlo, ma si paga anche la carta. Comunque, per essere pelino malfidente, ho attivato l'abbonamento di un mese (che poi è come fare la prova), ma sono sicura che lo rinnoverò certamente.
.
E poi con il giornale on line si salva pure qualche albero.
.
E poi: si, sono diposta a pagare per leggere le notizie.
.
Insomma:
altamente consigliato.
.

Credito Iva - Modulistica Comunicazioni Dre

Dal sito della Direzione Regionale per la Lombardia, un po' di link utili, grazie alla comunicazione di Franco Vito, tramite Alpe:


Fac-simile comunicazione professionisti > http://lombardia.agenziaentrate.it/sites/lombardia/files/public/File/vistoconformita/Visto_conformita_facsimile_comunicazione_professionista.rtf

Fac-simile comunicazione professionisti con società di servizi > http://lombardia.agenziaentrate.it/sites/lombardia/files/public/File/vistoconformita/Visto_conformita_facsimile_comunicazione_societaservizi.rtf

Autocertificazione > http://lombardia.agenziaentrate.it/sites/lombardia/files/public/File/vistoconformita/Visto_conformita_facsimile_autocertificazione.rtf

I requisiti in sintesi - pdf > http://lombardia.agenziaentrate.it/sites/lombardia/files/public/File/vistoconformita/Visto_conformita_requisiti.pdf

Istruzioni e adempimenti per ottenere l’abilitazione al rilascio del visto di conformità - pdf >

lunedì 5 aprile 2010

ComUnica, per chi è rimasto indietro

.
Ho trovato sul sito di Registro Imprese i corsi on line per imparare a scaricare il software e compilare la Comunicazione Unica, ComUnica, obbligatoria dal 1 aprile 2010.
.
Si trovano clikkando qua (per la ditta individuale) e qua (società).
.
Si trova anche la guida cartacea, il software, tutto.
.
Ma se si vogliono fare le cose sul serio, basta andare a questo indirizzo e iscriversi gratuitamente al corso di circa una decina di ore che spiega tutto il funzionamento di Comunica e che si trova qua. Accedendo a questa parte di sito riservato ci si può anche iscrivere a un forum dove si possono trovare soluzioni o chiedere aiuto.
.
Io mi sono iscritta, non fosse altro per vedere cosa dicono e come la raccontano :)
.

lunedì 1 marzo 2010

Tassa annuale vidimazione libri sociali per il 2010

Praticamente un copia incolla di quello dello scorso anno, ma lo faccio volentieri :)
.
Quando si paga:
il 16 marzo 2010.
.
Chi deve pagarla:
Spa, Srl, Sapa, Soc. consortili a responsabilità limitata, Aziende speciali e consorzi tra enti locali (D.Lgs. 142/90) in quanto dotati di fondo di dotazione.
.
Non la pagano:
le società di capitale dichiarate fallite, i consorzi non costituiti in forma consortile, società cooperative e di mutua assicurazione.
.
Quanto si paga:
- Euro 309,87 per i soggetti con capitale (o fondo di dotazione) inferiore o uguale al 1 gennaio a un miliardo delle vecchie lire ovvero Euro 516.456,90
- Euro 516,46 per gli stessi che però superano il miliardo di vecchie lire.
.
Come si paga:
Modello F24 - codice 7085 - anno 2010.
.

venerdì 19 febbraio 2010

Dichiarazione annuale IVA

Riferimento: Registrazioni 2009.
.
Fonte: Provv. 22 gennaio 2010 - Istruzioni e modello.
.
Analisi delle principali novità:
.
Frontespizio:
Soppressi alcuni dati (che erano solo riporto di dati indicati altrove).
Aggiunta la sottoscrizione da parte dell'organo di controllo contabile (prevista solo ai fini della compensazione del credito annuale quando sostituisce il Visto di conformità).
.
Quadro VA:
è stato riorganizzato senza che ci siamo variazioni sostanziali.
Per esempio, la ripartizione degli acquisti (ex VA3 del 2009) è stata spostata nel quadro VF, è stato soppresso il rigo VA4 per versamenti trimestrali dell'Iva sulle operazioni di subfornitura, il VA7 è stato collocato nel VF, ma soprattutto, quello che oggi mi ha fatto impazzire un'ora, la sezione 2, con la casellina delle operazioni esenti occasionali e finita nel quadro VF, sezione 3, rigo VF53 e 54.
La sezione 3 di San Marino è stata collocata nel quadro VE e VF e il rigo sull'adeguamento iva agli studi di settore è stato (finalmente) spostato nell'Unico (ma si sono lasciati indietro i parametri, che vanno sempre qua).
.
Quadri VE e VF:
Cambiano struttura perchè sono integrati dai dati delle sezioni e dei quadri soppressi (dal quadro A e dall'ex quadro G).
Per quanto riguarda i regimi speciali, sono stati soppressi i quadri per agenzie di viaggio e regime beni usati e agriturismo, perchè nel rigo VF57 si indica solo l'importo che risulta dall'applicazione della percentuale di forfettizzazione di competenza, quindi la sola Iva detraibile.
.
Quadro VX:
Nessuna modifica.
Utilizzato solo dai contribuenti che presentano Iva in via autonoma (pagina 3 delle istruzioni).
.
Novità: Modello Iva Base
Commento: considerato la varietà dei soggetti esclusi, e che in uno studio è più complicato gestire due modelli diversi, anche se uno è semplificato, credo che opterò per la Dichiarazione iva ordinaria per tutti.
.

giovedì 18 febbraio 2010

730/2010 - Le novità

Riferimento: Redditi 2009.
.
Fonte: Provv. 15 gennaio 2010 - Istruzioni e modello.
.
Analisi delle principali novità:
.
Frontespizio: Eliminata la colonna 8 che riguardava il bonus straordinario, o bonus famiglie, che riguardava solo il 2008.
.
Fabbricati (quadro B):
Graficamente è rimasto, più o meno, lo stesso, ma è stato eliminato il codice di utilizzo "9" che è stato sostituito da una serie di nuovi codici.
Questo è ciò che è riportato nelle istruzioni alla pagina 16:

Quest’anno l’elenco dei codici di utilizzo degli immobili è stato integrato. In particolare con riferimento ad alcune tipologie di utilizzo dell’immobile che negli anni passati erano comprese nel codice residuale “9” sono stati introdotti i codici “10”, “11”, “12” e “13”. Si precisa che il codice “9” deve comunque essere utilizzato qualora l’immobile non rientri in nessuno dei casi individuati con i nuovi codici. Si ricorda che in presenza di uno dei codici di utilizzo da “9” a “13” non si applica l’aumento di un terzo del reddito previsto nel caso di unità immobiliari tenute a disposizione.
Infine sono stati introdotti i codici “14” e “15” per fruire dell’agevolazione prevista per gli immobili situati nella regione Abruzzo, concessi in locazione o in comodato a soggetti residenti o stabilmente dimoranti nei territori colpiti dal sisma le cui abitazioni principali siano state distrutte o dichiarate inagibili.

Reddito da lavoro dipendente (quadro C):

Il rigo c5 cambia nome e diventa "Somme per incremento della produttività" e c'è una nuova sezione la V con il solo rigo c14 per una detrazione prevista in favore del personale del comparto sicurezza, difesa e soccorso.

Con il rigo C5 si segnala che è possibile scegliere di applicare una diversa modalità di tassazione alle somme percepite per i premi di reddiditività.

Oneri e spese (quadro E):

Nuova colonna, la 4, nel rigo E37 - Sezione IV che si utilizza per la detrazione del 20% per acquisto di mobili, apparecchi televisivi e computer finalizzati all'arredo di immobili in ristrutturazione. (Articolo 2, D.L. 5/2009)

Nuova colonna 4, Sezione V "Rideterminazione rate": serve agli eredi e acquirenti di immobili che hanno avuto una riqualificazione energetica realizzati nel 2008 (si, otto), che potranno rideterminare per il 2009 il numero delle rate residue (Articolo 9 bis, DM 19 febbraio 2007).

Acconti, ritenute ed eccedenze - Quadro F:

E' stata inserita la colonna 5 per evidenziare il maggiore acconto versato e utilizzato in compensazione in F24 (riguarda chi aveva provveduto al versamento dell'acconto con la vecchia percentuale del 99% nvece che il 79% per una disposizione uscita a ridosso della scadenza, e ha utilizzato l'importo in compensazione).

Per la sezione V, rigo F6, colonna 5 si segnala il cambio del calcolo degli interessi per effetto della riduzione del tasso di interesse dal 6 al 4% (Decreto MEF 22 maggio 2009, art.5).

Nuova sezione IV per Credito di imposta er soggetti colpiti dal sisma di Abruzzo.

Bonus straordinario - Quadro R

Abolito




mercoledì 17 febbraio 2010

La crisi vista all'interno dell'Unione Europea. Il caso Grecia

(Del dott. Alberto Prestipino)
.
La Grecia sta attualmente attraversando un duro periodo di crisi economica che rischia di travolgerla e cui difficilmente può far fronte da sola.
.
Le misure fiscali proposte dal governo Papandreu, tra cui l'innalzamento dell'età pensionabile, i tagli salariali e pensionistici, l'aumento delle accise sui beni di maggior consumo, hanno fatto sollevare l'opinione pubblica e sono state avversate con scioperi e manifestazioni.
.
D'altra parte il Trattato di Lisbona vieta esplicitamente aiuti diretti a uno stato membro in difficoltà da parte della BCE o delle banche centrali nazionali.
In aiuto del paese di Omero si sono fatte così avanti Francia e Germania avanzando delle ipotesi di aiuti concertate però nel contesto di un’azione comune ad altri partner dell'euro-zona guidati da Berlino e Parigi.
.
Tra le varie possibilità prese in considerazione vi sono:
- dilazionare le scadenze dei crediti vantati dagli stati membri nei confronti dello stato ellenico;
- erogare dei prestiti da parte di singoli stati membri alla Grecia;
- anticipare da parte della Commissione i versamenti degli aiuti strutturali previsti per la Grecia per il 2013;
- interventi da parte della Banca europea per gli investimenti.
.
Queste sono alcune tra le ipotesi allo studio ma di fatto Atene non ha formalizzato una richiesta ufficiale di aiuti.
.
E allora ci si chiede: “Perché i due paesi sono scesi in campo?”.
.
Di certo, le ipotesi annunciate dai due grandi colossi dell'economia europea per far fronte alla situazione di disagio creatasi in Grecia non rappresentano un atto di benevolenza dei due stati verso il paese ellenico, ma piuttosto un tentativo di mostrare al mondo e soprattutto ai paesi al di fuori del sistema Euro, la solidità del sistema stesso e della moneta unica, nonché la capacità di far fronte con efficacia ai problemi economici dei paesi che di esso fanno parte. La Francia infatti è contraria all'intervento del Fondo Monetario Internazionale (F.M.I.) perché questo significherebbe appoggiarsi ad un organismo esterno all'unione, spostando quindi il problema anche sul piano politico.
.
Il centro della questione è rappresentato proprio da quest'ultimo passaggio e cioè può il sistema euro far fronte alle crisi interne ai vari paesi che di esso fanno parte?
Quali conseguenze si avrebbero sul sistema euro da un possibile default della Grecia?
.
Il sistema economico-monetario dell'euro è basato su regole predeterminate e sulla inderogabilità delle stesse rispetto ai membri appartenenti, se non entro limiti tassativamente previsti nella loro stessa stesura.
.
Dette regole furono dettate nel famoso Trattato di Maastricht (1992) e presero il nome di “parametri di Maastricht” che sono alla base dell'unione monetaria e prevedono:
.
1) Il rapporto tra deficit pubblico e prodotto interno lordo (PIL) non deve essere superiore al 3%.
Ricordo che:
- il deficit pubblico rappresenta l'ammontare della spesa pubblica che eccede le entrate dello stato;
- il PIL invece costituisce il valore globale dei beni e servizi prodotti nel territorio dello stato.
Bisogna distinguere i prodotti finiti e destinati ad usi finali dalla produzione destinata ai consumi intermedi impiegati per ottenere nuovi beni e servizi.
.
2) Il rapporto tra debito pubblico e PIL non deve essere superiore al 60%.
Il debito pubblico è quello dello Stato nei confronti dei soggetti che hanno sottoscritto obbligazioni nate per coprire il fabbisogno finanziario dello stato.
.
3) Il tasso d'inflazione non deve superare dell'1,5% quello dei tre Paesi più virtuosi dell'Unione.
Il tasso d'inflazione rappresenta l'aumento del livello generale dei prezzi che provoca una perdita del potere d'acquisto della moneta.
.
4) Il tasso d'interesse a lungo termine non deve superare del 2% il tasso medio sempre rispetto ai tre Paesi più virtuosi dell'Unione.
Il tasso d'interesse costituisce il costo del denaro.
.
5) La permanenza negli ultimi 2 anni nello SME senza fluttuazioni della moneta nazionale.
La sopravvivenza del sistema Euro è legata a questi parametri che comportano non pochi sacrifici agli stati membri per mantenerli dal momento che l'aiuto di organismi esterni all'Unione sarebbe un pericoloso precedente che potrebbe minare la stabilità stessa dell'unione. In poche parole se si permette ad uno o più paesi membri di derogare a quelle regole per salvare la propria situazione interna si rischia di mettere in crisi l'intero sistema. D'altro canto può accadere che per attenersi scrupolosamente a quei parametri si debbano fare dei sacrifici di politica interna non sempre facilmente perseguibili e comunque mal visti dalla popolazione.
Nella storia sono presenti vari esempi di sistemi monetari che pur apparentemente solidi sono implosi in loro stessi. Tra questi molta importanza riveste senz'altro il sistema di Bretton Woods che rimase in vigore per oltre cinque lustri.
.
Gli accordi di Bretton Woods, voluti fortemente da Keynes, furono il primo esempio nella storia, di un sistema monetario concordato per governare i rapporti monetari fra gli stati che vi aderirono.
.
Essi si tennero nell'omonima cittadina del New Hampshire nel luglio del '44 quando si era ancora nel vivo della seconda guerra mondiale, motivo per cui vi parteciparono solo gli stati alleati.
Il trattato prevedeva un regime di cambi fissi fra le monete dei paesi aderenti sulla base della loro convertibilità in oro o in altra valuta convertibile. Uno volta fissato il cambio esso poteva oscillare dell'1% in più o in meno.
.
Questo meccanismo portò il dollaro a divenire valuta accettata in tutti gli scambi. D'altro canto gli USA si impegnavano a convertire in oro i dollari che gli stati avrebbero presentato loro da convertire. Fu inoltre prevista la creazione di due organismi di cooperazione per favorire lo sviluppo dei paesi membri, in particolare essi erano: la Banca mondiale e il Fondo monetario internazionale (i suddetti organi sono ancora in vigore).
.
Conclusasi la seconda guerra mondiale gli USA elaborarono il piano Marshall e intanto anche altri paesi entrarono a far parte del sistema.
La straordinaria capacità di ripresa degli stati europei mise però gli stessi in condizione di avere un forte avanzo di dollari e se gli Stati Uniti avessero continuato a scambiarli con oro le proprie riserve auree si sarebbero presto impoverite.
Venendo meno questo parametro da parte degli USA, gli altri paesi aderenti non rispettarono a loro volta gli altri parametri e quando nel 1971 il presidente Nixon lo dichiarò concluso, il sistema di Bretton Woods era in pratica già caduto da un pezzo.
.
Perché parlare di questo? Perché questo esempio insegna che se si deroga anche ad uno dei parametri fissati può cadere l'intero sistema.
.
Quindi la domanda è: Stare in Europa anche con il sacrificio dei cittadini o rischiare di far collassare il sistema Euro?
I vantaggi dell'introduzione dell'Euro sono svariati, tra i vari ricordiamo una maggiore trasparenza dei prezzi, l'eliminazione dei costi di transazione, maggior controllo dei tassi di interesse grazie ad un’elevata stabilità dei prezzi, in più possiamo tenere sotto controllo, in modo migliore, il debito pubblico evitando svalutazioni che avrebbero comportato ulteriore indebitamento; inoltre l'euro è accettato come valuta negli scambi internazionali insieme al dollaro e allo yen.
.
I problemi invece sono stati evidenti per quanto riguarda l'adeguamento dei salari e per le gravi speculazioni che si sono verificate nel periodo di transizione da una moneta all'altra.
Concludo dicendo che a mio avviso si deve trovare una strada per tenere in piedi il sistema Euro rendendolo sempre più forte e in grado da solo di affrontare le crisi che via via si incontreranno senza però chiedere eccessivi sacrifici ai cittadini. Ricercare quindi un compromesso importante in un momento in cui la crisi lascia pesanti strascichi dal punto di vista occupazionale e in cui, in ogni caso, dell'Europa e dell'Euro abbiamo bisogno.
.

ALBERTO PRESTIPINO, guest blogger di Tax appeal

Vi presento Alberto Prestipino, iscritto all'Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Messina, iscritto dal 2008 al numero 845 A di iscrizione, laureato nel 2003 all'Università di Messina.
.
Ci conosciamo da più di qualche mese e con Alberto mi diverto a ragionare di temi nazionali e internazionali, dal fiscale, alla politica economica.
.
Ci siamo incontrati a Taormina, lo scorso maggio, e ci siamo rivisti a dicembre nel corso del mio breve soggiorno a Messina per la conferenza sulla Pec.
.
Alberto Prestipino da oggi è ospite qua, in questo spazio: mi auguro sia l'inizio di una bella collaborazione.
.
E non chiedetemelo che no, non ce l'ho una sua foto, non so come sia potuto accadere (chi mi conosce lo sa cosa intendo), ma non ce l'ho.
Rimedieremo ;)
.

martedì 16 febbraio 2010

ComUnica

Una interessante guida (leggi: fatta bene) per la nuova Comunicazione Unica al Registro Imprese.
.
Si trova qua.
.
Si ricorda che la nuova procedura è obbligatoria dal 1 aprile 2010 (che è anche il giorno del pesce ...).
.

giovedì 14 gennaio 2010

Civis

Semplificazione, zero file allo sportello (per gli intermediari abilitati, ovvio).
.
E' semplice da utilizzare, ci si mette davvero poco per inserire un avviso bonario affiché venga "lavorato".
.
Ho trovato alcuni link che lo spiegano e che danno un minimo di istruzioni (che non ho trovato nè su Entratel, né sul sito dell'Agenzia delle Entrate).
.
Quello che mi chiedo è: quanto tempo hanno per rispondere? la procedura interrompe i termini dell'avviso bonario (e temo di no...))
.
Questi i link:
.
Fiscooggi del 14/01/2010
Una utile guida dell'odc di Milano
.

Tasso legale dal 1.1.2010

Il tasso legale di sconto (articolo 1284 del Codice Civile), dal 1 gennaio 2010, passa dal 3 all'1%.
.
Lo dispone l'articolo 1 del decreto del ministero dell'Economia del 4 dicembre 2009 (GU 291 del 15 dicembre 2009).