martedì 29 dicembre 2009

Richiesta visto conformità: si potrà fare con la Pec?

Visto che ho mangiato pane e Pec per qualche giorno, per preparare documento e slides di due convegni, ora 'sta Pec me la vedo dappertutto.
.
E, leggendo che va inoltrata domanda alla Direzione Regionale delle Entrate per la mia regione (Lombardia), per svolgere attività fiscale e quindi apporre il visto di conformità per questa nuova formula delle Compensazioni Iva, mi sono chiesta: e perchè non mandarla via Pec?.
.
Quindi ho cercato la pagina del sito della Dre Lombardia, dove sono riportati i link a fac simile e istruzioni e ho visto che c'è indicato un indirizzo mail, "a naso" non Pec.
.
E allora ho scritto a questo indirizzo, utilizzando la mia Pec, per chiedere chiarimenti, e anche perchè, utilizzando la mia Pec, nella ricevuta di accettazione avrei saputo subito se l'indirizzo fosse certificato oppure no.
.
Questo il testo della mia richiesta:
.
"Richiesta Visto conformità - Chiedo cortesemente di sapere se la comunicazione per l’abilitazione al visto di conformità può essere spedita via pec, e se questo indirizzo, che compare nella pagina da voi dedicata alle istruzioni relative, è certificato oppure no.La pagina si trova a questo link:http://lombardia.agenziaentrate.it/site.php?id=6521"
.
E questo quello che è contenuto nella ricevuta di accettazione:
"Ricevuta di accettazione Il giorno 29/12/2009 alle ore 15:17:15 (+0100) il messaggio"Richiesta chiarimento " proveniente da "elena.trombetta@pec.commercialisti.it"ed indirizzato a:dr.lombardia.ree@agenziaentrate.it (posta ordinaria)e' stato accettato dal sistema ed inoltrato."
.
Posta ordinaria, ma come? Insomma, mi sono un po' chiesta se questa non fosse una prima occasione persa, per dimostrare che la Pec è utile, sopratutto a noi professionisti, che non dovremmo essere obbligati ad allegare documenti di identità, ma che potremmo firmare la richiesta con la nostra firma digitale, e che non dovremmo essere costretti ad andare in posta e pagare una raccomandata, ma spedire tutto con un semplice click ...
.
Io vi tengo informati sulla risposta, perchè io avrei seriamente intenzione di presentare la mia richiesta via Pec, ma voi che passate di qua mi fate sapere cosa avete fatto e se vi è andata meglio?
.
Update del 12 gennaio 2010: non hanno ancora risposto.

martedì 22 dicembre 2009

La Pec per i Dottori Commercialisti

E' stato pubblicato sul sito del Cndcec, il documento prodotto dalla mia commissione (Area IT - Normativa), sulla Pec e il Dottore Commercialista, ovvero quello che serve sapere sulla Pec in relazione alla nostra professione.
.
Si può scaricare clikkando qua.
.

lunedì 21 dicembre 2009

Bilancio Preventivo 2010 - lo schema

Pubblicato lo schema per il parere dei revisori dei conti al Bilancio Preventivo 2010 degli Enti Locali.
.
Si trova sul sito del Cndcec, clikkando qua.

Bilancio Preventivo Enti

Rinviati al 30 aprile 2009 il termine per i bilanci di previsione 2010 degli enti locali.

(letto su Il Sole24Ore del 18.12.2009)

Parasubordinati, dal 2010 si aumenta

Dal 1 gennaio 2010, l'aliiquota contributiva dei lavoratori parasubordinati e professionisti senza cassa iscritti alla Gestione separata Inps passa al 26,72%.
.
Per collaboratori e professionisti iscritti ad altre forme di previdenza obbligatoria e per i titolari di pensione diretta e di reversibilità, l’aliquota è al 17% e rimarrà tale anche per il prossimo anno.
.
Riferimento: legge 247/07.
.
(letto sul Sole 24Ore di ieri 20.12.2009)

martedì 15 dicembre 2009

16 dicembre 2009 - Lutto nazionale della categoria dei Dottori Commercialisti

... senza altre parole che quelle del comunicato di oggi del nostro Presidente nazionale Siciliotti, che qui riporto:
.
.
COMUNICATO STAMPA
Omicidio commercialista a Castrovillari
Il 16 dicembre lutto nazionale della categoria
Il Consiglio nazionale parte civile nel processo
.
Roma, 14 dicembre 2009 – Il Consiglio nazionale dei Dottori commercialisti e degli Esperti contabili ha proclamato il lutto nazionale della categoria per il 16 dicembre, giorno nel quale si celebreranno i funerali di Liberato Passarelli, il presidente dell’Ordine dei commercialisti di Castrovillari, barbaramente ucciso nel suo studio lo scorso sabato. Una giornata per ricordare l’accaduto in tutte le sedi istituzionali e professionali.
.
Il presidente Claudio Siciliotti e tutti gli altri 20 membri del Consiglio nazionale, saranno presenti alle esequie. Una riunione straordinaria del Consiglio nazionale è stata inoltre convocata per il 16 dicembre presso la sede dell’Ordine di Castrovillari.
.
Il Consiglio nazionale annuncia anche che si costituirà parte civile nel processo per l’omicidio.
“L’omicidio di Liberato Passarelli – afferma Claudio Siciliotti, presidente del Consiglio nazionale dei commercialisti – oltre a riempirci il cuore di dolore e tristezza, ci impone di far sentire con forza la voce di una categoria lasciata troppo spesso sola e priva di adeguate protezioni a rappresentare le Istituzioni. Come già l’anno scorso Costanzo Iorio, commercialista di Foggia e negli anni scorsi altri colleghi, anche Liberato Passsarelli è stato trucidato solo per aver compiuto fino all’ultimo, con scrupolo e serietà, il suo mestiere. Tutti commercialisti caduti mentre esercitavano la loro funzione di esecutori fallimentari, servendo coraggiosamente lo Stato”.
.
.
“Per questi motivi – prosegue Siciliotti – il Consiglio nazionale dei Dottori commercialisti e degli Esperti contabili si costituirà come parte civile nel processo che si aprirà a carico dell’assassino di Passarelli. Questo omicidio, come quelli di Costanzo Iorio e di altri commercialisti negli scorsi anni, non può essere archiviato semplicemente come un caso di cronaca locale. Passarelli e i colleghi deceduti in circostanze analoghe sono eroi civili morti per le istituzioni. Esempi di vita la cui memoria, umana e professionale, abbiamo il dovere morale di onorare. Esempi luminosi di come i commercialisti italiani siano quotidianamente e in tanti modi diversi al servizio del Paese”.
.

Crisi di impresa: convegno di aggiornamento su Second Life

Convegno: "Crisi d'impresa: modelli previsionali e possibili soluzioni"

Domani, mercoledì 16 dicembre, alle ore 14.00, nell’Isola Imparafacile e su WEB sarà possibile seguire in diretta dalla CCIAA di Ferrara il convegno "Crisi d'impresa: modelli previsionali e possibili soluzioni"

Si tratta di un’iniziativa dello Studio Multiprofessionale Aequilon in collaborazione con l’Associazione dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Ferrara che vuole offrire alle aziende suggerimenti pratici per affrontare in maniera adeguata questo momento di crisi economica.

Potete trovare il programma qui.

L’appuntamento è per mercoledì 16 dicembre, alle ore 14.00

Se non potete andare alla CCIAA di Ferrara (in Largo Castello, 10) potrete seguire l’evento in diretta:
--> nell’auditorium dell’isola Imparafacile in Second Life, allo SLURL: http://slurl.com/secondlife/imparafacile/192/198/57/

--> Su WEB,
La diffusione crossmediale è realizzata dallo Studio Imparafacile e da 2LifeCast
Per info: Imparafacile Runo (aka Giovanni dalla Bona)

domenica 13 dicembre 2009

La Pec per i dottori commercialisti

Venerdì prossimo sarò a Messina, ospite dell'Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili per parlare di

La Pec per i Dottori Commercialisti:
aspetti normativi e modalità pratiche

I social network per i professionisti:
cosa sono e possibili utilizzi nell’ambito dell’attività professionale

Il convegno si terrà dalle ore 10.00 alle ore 13.00 presso il Centro Sociale “Giovanni Paolo II”
Via Lungomare C. Colombo – Roccalumera –ME.

Informazioni alla Segreteria dell'Odcec di Messina.
.
Se sei un lettore di questo blog e partecipi, fatti riconoscere: ne avrei un immenso piacere :)

Cndcec in memoria di Costanzio Jorio

medaglia degli anniversari Cndcec

Venerdì sera ero alla cena annuale del mio Ordine di Como.
.
Si festeggiavano gli anniversari: i 30, i 40 e i 50 anni di iscrizione all'Albo. Tanti colleghi sono stati premiati con una medaglia speciale. Sul retro una piccola iscrizione:
"In memoria di Costanzo Jorio"
E' da due giorni che voglio scrivere questo post perchè, a tavola, molti commentavano di non sapere chi fosse questo "Costanzo Jorio" e io, che a Roma avevo visto il suo ricordo nel filmato trasmesso un anno fa, ho provato a spiegarlo.
.
E ho pensato, tornando a casa, che forse tanti colleghi non sanno chi sia e che, semmai a qualcuno fosse venuto in mente di cercarlo in rete, era una buona cosa fare trovare due righe da qualche parte.
.
Era un collega, come noi, un bravo collega che amava il suo lavoro, e che è stato ucciso mentre stava dando corso all'esecuzione di uno sfratto nell'ambito di una procedura fallimentare. Gli hanno sparato ...
.
E poi, stamattina, apro facebook e mi trovo nella posta la notizia dell'uccisione del Presidente dell'Ordine di Castrovillari, più o meno con le stesse modalità e nello stesso ambito.
.
E rimango senza parole ...

congresso cndcec torino 034

giovedì 19 novembre 2009

domenica 8 novembre 2009

Modello Eas (per Como e provincia)

Ti "tocca" fare il Modello Eas per l'associazione in cui collabori?
Non vuoi correre i rischi, pesanti, che questa compilazione comporta?
.
Ti segnalo che AVC e Provincia di Como, mettono a disposizione di tutte le associazioni uno sportello telefonico informativo al numero

340 229 0940

da lunedì a venerdì, dalle 9 alle 11 e dalle 14 alle 16.
.

martedì 3 novembre 2009

Modello EAS: proroga e altro

Deve essere che negli ultimi anni abbiamo imparato, come professionisti del settore, a fidarci ciecamente delle promesse del Fisco, altrimenti non si spiegherebbe l'assoluta mancanza di proteste per una proroga, quella dell'Eas (ma anche quella del click day dell'Irap), arrivata sul filo del rasoio.
.
La Circolare 45/E del 29 ottobre 2009 riporta infatti la proroga del Modello insieme a 18 pagine di chiarimenti, alcuni scontati (come quello che le Fondazioni non devono compilare e presentare l'Eas, ma questo si capiva già dalle domande a cui rispondere) e alcune meno, almeno dal mio punto di vista (come l'esenzione delle Onlus).
.
Comunque, ora, mettiamoci all'opera, che il 15 dicembre è dietro l'angolo!

.

Su Fiscooggi, as usual, un bel sunto

Dedicibilità delle spese sostenute per aggiornamento professionale

Ricevo questa mail dall'UGDCEC che sottoscrivo in pieno e riporto, tanto perchè giri un po' in rete:

Comunicato stampa - Deducibilità integrale delle spese sostenute per l'aggiornamento professionale.

Roma, 3 novembre 2009.

L'Ungdcec chiede che venga concessa la piena deducibilità delle spese sostenute dai professionisti per l'aggiornamento professionale obbligatorio.
Chiede quindi che venga aggiornato l'art. 54 del DPR 917/1986 che, mai rivisto nella parte relativa al sostenimento delle spese per la formazione, è ormai in antitesi rispetto all'impianto generale delle norme che regolamentano l'esercizio delle professioni.
Se da un lato i professionisti iscritti ad un albo devono obbligatoriamente - e giustamente - frequentare corsi di aggiornamento sopportandone le spese, dall'altro lato la disciplina fiscale limita alla metà la deducibilità di tali costi presumendo che siano solo parzialmente inerenti all'attività professionale.
La parziale inerenza di un costo obbligatorio è una contraddizione in termini che in questo
eriodo di forte contrazione degli incassi non è più sopportabile dai giovani professionisti che quotidianamente si trovano ad operare per consentire ai clienti il giusto rispetto delle regole.

Il comunicato è pubblicato alla pagina http://www.knos.it/news/vedi.notizia/Notizia-2054 del sito nazionale.

sabato 24 ottobre 2009

Non siamo così (rif. Anno Zero) - Il Comunicato del Cndcec

Non ho nulla da aggiungere al Comunicato Stampa del Cndcec del 23 ottobre 2009, firmato dal nostro Presidente nazionale Claudio Siciliotti che sottoscrivo in ogni parte:
.

.
Comunicato stampa
.
SCUDO FISCALE: CENTINAIA DI COMMERCIALISTI PROTESTANO CONTRO ANNO ZERO
.
SICILIOTTI (PRESIDENTE NAZIONALE), INACCETTABILE DISTORSIONE DEL NUOSTRO RUOLO
.
Roma, 23 ottobre 2009 – “L'inaccettabile rappresentazione data nella puntata di ieri ad Anno Zero della figura del commercialista ha suscitato l'indignata reazione di moltissimi commercialisti italiani che fin da ieri sera hanno inondato con centinaia di mail, fax e telefonate il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili, chiedendo a gran voce di vedere tutelata la propria immagine di cittadini di questo Paese, prima ancora che di professionisti”.
.
Lo comunica il Presidente del Consiglio Nazionale Claudio Siciliotti.
.
Nel corso della puntata di “Anno Zero” è stata affidata ad un attore l'interpretazione del ruolo di un commercialista che dà suggerimenti al proprio cliente su come utilizzare lo scudo fiscale per sanare la propria posizione.
.
"Quello che amareggia profondamente - spiega Siciliotti - non è tanto il contenuto tecnico del filmato, che peraltro meriterebbe una più ponderata verifica, quanto l'approccio che in quel filmato si attribuisce al commercialista: un vero e proprio artefice delle condotte evasive del suo cliente, felice ed addirittura compiaciuto di poter utilizzare nel modo più negativo possibile per lo Stato gli strumenti che quest'ultimo mette a disposizione dei contribuenti italiani".
.
"I soggetti interessati all'introduzione dello scudo fiscale - continua Siciliotti - erano e sono l'Erario, le banche e coloro che hanno capitali nascosti all'estero e non certo i commercialisti che mai ne hanno sollecitato l’adozione e sempre si sono dichiarati apertamente a favore di una politica di reale contrasto al fenomeno dell’evasione fiscale. I commercialisti – prosegue Siciliotti - si limitano ad applicare con perizia tecnica e senso di responsabilità le leggi che lo Stato emana e lo fanno senza che questo possa significare condivisione o addirittura compiacimento anche quando, come nel caso dello scudo fiscale, determinano quel sacrificio di legalità sul quale non abbiamo mai taciuto tutti i nostri commenti e anche le nostre osservazioni critiche".
.
"Anche se molti colleghi ce lo chiedono- conclude Siciliotti - non intendiamo intraprendere azioni formali di tutela della nostra immagine professionale, perché vogliamo dare una volta di più un segnale di conciliazione in un Paese in cui la querela è sin troppo facile. Di certo però crediamo che se si vogliono trasmettere davvero ai cittadini le opinioni dei commercialisti italiani sia senz'altro più corretto rivolgersi a chi li rappresenta istituzionalmente piuttosto che a fonti che preferiscono restare anonime, per di più drammatizzate dalla recita di un attore. Confidiamo che di questa disponibilità anche la redazione di “Anno Zero” voglia tenere conto”.
.
UFFICIO STAMPA – Mauro Parracino – 06.47863327 – 334.3837514 – parracino@cndcec.it
E questa è la registrazione del video:
.



Lavoro accessorio (e pagamento della colf)

Alcuni link che ho utilizzato per verificare la possibilità di pagare i collaboratori domestici, per brevi periodi ed esigenze temporanee, e comunque per importi che, al netto, non possono superare Euro 5.000 (in alcuni casi Euro 3.000), con il nuovo sistema dei voucher, o buoni lavoro.
.
- Art. 70 Decreto Legislativo 276/03
- Legge 133 del 2008
- Circolare n. 16/SEGR/1044 del 16 febbraio 2009 - Ministero del Lavoro, Salute e Politiche Sociali
- Sezione del sito Inps - Lavoro accessorio.
.

lunedì 19 ottobre 2009

Proroga modello Eas

Modello Eas, proroga dalla vecchia scadenza del 30 ottobre al 15 dicembre 2009. come da comunicato dell'Agenzia delle Entrate che si trova qua.
.
Le altre novità:
- le onlus sono escluse dalla compilazione e invio di Eas;
- nei prossimi giorni arriverà un documento di prassi dell'Agenzia delle Entrate per chiarire un po' di dubbi;
-
- ci sarà una compilazione "leggera" per alcuni tipi di associazioni (ma aspetto il documento di prassi per capire bene quali).

venerdì 9 ottobre 2009

Cud 2010 - l'Agenzia delle Entrate dialoga ...

E' stata pubblicata la bozza del Modello Cud 2010 sul sito dell'Agenzia delle Entrate.
.
E fin qui niente di nuovo, se non che sono in anticipo rispetto agli altri anni.
.
Ma la vera novità si trova clikkando qua: il Forum con gli utenti, la richiesta agli utenti di partecipare con indicazioni e suggerimenti alla bozza, per possibili modifiche e miglioramenti.
.
Ci sono già, ad ora che scrivo, 58 suggerimenti, ma forse l'iniziativa è ancora poco pubblicizzata.
Ma è già un enorme passo avanti, enorme ...
.
(Per questa sera, e solo per stasera, nessun pensiero cattivo ....)
.

mercoledì 7 ottobre 2009

L'innovazione al servizio dei professionisti: il social networking

Oggi, alle 11.30, al convegno di Acef a Bologna, è previsto il mio intervento sul tema:
L'innovazione al servizio dei professionisti: il social networking.
Ho preparato delle slides (aiutata, che il social networking serve anche a quello), ho riordinato le idee sull'uso nella mia professione dei social network, su Facebook, su Linkedin, e soprattutto sui vari social network che ho creato ed aiuto a gestire su piattaforma Ning.
Spero di riuscire a non fare addormentare nessuno, che in 30 minuti sarebbe un bel record, e, se poi va bene, le slides le metto su slideshare, così ve le faccio vedere.
Potrebbe esserci un live streaming, nel caso avviso, così mi guardate e mi fate fare il botto di collegamenti, Vero? :)

lunedì 5 ottobre 2009

Modello F23 compilabile

Dal sito dell'Agenzia delle Entrate una utility per complilare il Modello F23 e stamparlo (finalmente!).
Update del 18/11/2010: dopo l'aggiornamento globale del sito il nuovo link è questo:

ComUnica

Dal 1 ottobre si ComUnica, con una ComUnicazione Unica, l'apertura di una nuova attività con una unica pratica attraverso la Cciaa e riguarderà Iva, Registro Imprese, Inail e Inps.
.
Però per Inail occorrerà aspettare gennaio 2010.
.
Perchè il tutto esca da una fase sperimentale, quale quella attuale, si aspetterà il 1.4.2010.
.
Per saperne di più ne hanno parlato Il Sole 24 Ore del 01.10.2009 e del 2.10.2009 e Italia Oggi
01.10.2009.
.

giovedì 24 settembre 2009

Si parla di proroga per il modello EAS

Ne parla Il Sole24Ore di oggi, ne riporta notizia il sito di CSVnet (di cui fa parte anche il Csv di Como di cui sono consigliere).
.
A seguito dell'incontro di ieri tra Agenzia delle Entrate e rappresentanti di Agenzia per le Onlus, Forum Terzo Settore, Coordinamento Nazionale Csv, si sa che non si dovrà correre con le Associazioni per presentare il Modello Eas (articolo 30 DL 185/08) entro il 30.10.2009, ma ci sarà una proroga.
.
Al solito vedremo di quanto e quando la proroga sarà ufficiale...
.

sabato 19 settembre 2009

La stampa dei bollati - versione settembre 2009

E anche quest'anno, dopo le presentazioni degli Unici, bisogna ricordarsi di verificare e stampare tutti quei bollati che ancora mancano all'appello.
.
I termini, dopo la Finanziaria 2008 ( Legge 244/2007, art. 1, comma 161) sono cambiati:
Il nuovo termine, per la stampa dei registri contabili relativi al periodo di imposta 2008 tenuti con sistemi meccanografici, è fissato entro tre mesi dal 30 settembre 2009, ovvero al 31 dicembre 2009 (e si parla di MESI, non di giorni).
.
Unica eccezione, e non chiedetemi perchè, riguarda il libro dei beni ammortizzabili per cui la scadenza rimane il 30.09.2009, ovvero il termine di presentazione di Unico.
.
Bisogna sempre ricordare, in ogni caso, che i libri tenuti con modalità meccanografica, per essere considerati regolari devono risultare sempre aggiornati sui supporti magnetici in caso di attività di controllo e devono poter essere stampati simultaneamente alla precisa richiesta dai verificatori competenti in sede di ispezione.
.
Il termine del 31.12.2009 è certo per ditte individuali e società di persone, per i soggetti Ires (società di capitale, per esempio), va ricordato che il periodo di imposta può non coincidere con l'anno solare, e in quel caso la stampa dei bollati si calcola aggiungendo tre mesi alla scadenza di Unico.
.
Le modalità operative di stampa, tanto per fare un riassuntino, sono le seguenti:
- non c'è più obbligo di bollatura e vidimazione iniziale, la numerazione dei registri viene effettuata direttamente dal contribuente in modo progressivo per anno, con l'indicazione dell'anno a cui si riferisce la contabilità (Es: 1/2008, 2/2008 etc.);
- su giornale e inventario va applicata la marca da bollo ogni 100 fogli o frazione;
- se i registri sono a fogli mobili in ogni pagina va riportato l'intestazione del soggetto cui si riferiscono i registri;
- per le società che hanno esercizio non coincidente con l'anno solare, nella numerazione si usa il primo dei due anni cui fa riferimento la contabilità (ris. min. 9/2003).
.
Per la contabilità "tenuta con modalità informatica", ovvero quella che viene dematerializzata, la mia opinione è che siamo ancora in alto mare, e proverò eventualmente a ragionarci più avanti.
.

venerdì 18 settembre 2009

POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA Indagine sullo stato dell’arte della Pec tra gli iscritti agli Ordini dei dottori commercialisti e degli EC

E' stato pubblicato, sul sito del Consiglio Nazionale Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili, il documento preparato dalla mia Commissione:
.

"POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA
Indagine sullo stato dell’arte della Pec tra gli iscritti agli
Ordini dei dottori commercialisti e degli esperti contabili"
.
Si trova qua: vi prego, fate impazzire il contatore dei download ;)
.
Ovviamente, poi, sempre qua, mi aspetto i commenti!
.

sabato 5 settembre 2009

Scontrini farmacia: si cambia (era ora!)

A partire dal 1 gennaio 2010 (ma anche prima per le farmacie che si adegueranno in anticipo), invece del nome del farmaco, sugli scontrini delle farmacie appariranno i codici identificativi di quel farmaco denominati AIC.
.
Dico "finalmente!" e mi auguro che lo stesso provvedimento sia preso anche per i ticket e le ricevute almeno degli esami di laboratorio, perchè a noi, negli studi, non importa davvero per cosa si curino i nostri clienti, e non scriverci sempre tutto, ed essere obbligati a leggerli perchè poi non tutto è deducibile o detraibile, ci fa solo vivere meglio.
.
Riferimento: Circolare 40/E del 30 luglio 2009 - Agenzia delle Entrate

La proroga del click day

Il comunicato che anticipa la proroga del clik day per i rimborsi Irap, già previsto per il 14 settembre 2009.
.
Arrivato con congruo anticipo. Meno male.

Comunicazione Enti Associativi (Modello EAS)

E' stato pubblicato il modello per la Comunicazione dei dati rilevanti ai fini fiscali per gli enti associativi (modello EAS).
.
.
Soggetti obbligati: (è un copia incolla dalle istruzioni)
.
SOGGETTI INTERESSATI ALLA PRESENTAZIONE DEL MODELLO
Il modello deve essere presentato sia dagli enti già costituiti alla data di entrata in vigore del d.l. n. 185 del 2008 (ossia il 29 novembre 2008) sia da quelli costituitisi successivamente a tale data.
Non sono tenuti alla presentazione del modello le organizzazioni di volontariato iscritte nei registri regionali di cui all’articolo 6 della legge 11 agosto 1991, n. 266, che non svolgono attività commerciali diverse da quelle marginali individuate con decreto del Ministro delle finanze 25 maggio 1995.
Sono parimenti esonerati dalla presentazione del modello le associazioni pro-loco che optano per l’applicazione delle norme di cui alla legge 16 dicembre 1991, n. 398, e gli enti associativi dilettantistici iscritti nel registro del Comitato olimpico nazionale italiano (CONI) che non svolgono attività commerciali.
L’onere della trasmissione è assolto anche dalle società sportive dilettantistiche di cui all’articolo 90 della legge 27 dicembre 2002, n. 289.
.
Scadenza:
- 30 ottobre 2009: per tutti gli Enti Associativi già costituiti alla data del 29 novembre 2008; per gli enti costituiti successivamente la scadenza è quella di 60 gg dalla data di costituzione oppure entro il 30 ottobre 2009 nel caso i 60 giorni siano scaduti successivamente e prima di tale data.
.
Modalità: invio telematico (direttamente dall'Ente o tramite intermediario autorizzato).
.
Riferimento: DL 185/08, articolo 30; Circolare 12/E del 2009.
.
Periodicità: si presenta una tantum, e solo in caso di variazioni, entro il 31 marzo dell'anno successivo a cui si riferisce la modifica.
In caso di perdita dei requisiti per i quali sono previsti i vantaggi fiscali, la comunicazione va presentata entro 60 giorni.
.
Effetti: trasmissione obbligatoria per continuare a fruire delle agevolazioni fiscali.
.

mercoledì 5 agosto 2009

Compensazioni Iva - dal 2010 si cambia

Compensazioni Iva, basta fiducia. - Pubblicati in Gazzetta Ufficiale la legge di conversione del dl anticrisi e il decreto correttivo. Oltre 10 mila serve la dichiarazione. Visto sopra i 15 mila.

Il dl 78/2009, come modificato dalla legge di conversione n. 102/2009 (pubblicata in G.U. n. 179 del 4 Agosto 2009), introduce alcune importanti misure in materia di contrasto alle compensazioni indebite con effetto a partire dal 2010. Queste le novità:

per importi superiori a 10.000 euro la compensazione dei crediti Iva annuali o infrannuali potrà avvenire soltanto dopo che è stata presentata la dichiarazione o l'istanza attestante l'esistenza del credito;

per importi superiori a 15.000 euro la compensazione dei crediti Iva annuali o infrannuali potrà avvenire solo dopo che è stato apposto il "visto di conformità" sulla dichiarazione dalla quale risulta il credito (o dopo la sottoscrizione della medesima da parte dell'organo di controllo).

Per la compensazione di crediti annuali o infrannuali superiori a 10.000 euro si dovranno utilizzare sempre le procedure telematiche predisposte dall'Agenzia delle entrate.
Tra le altre novità vanno ricordate anche la soppressione del modello VR (sempre a partire dal 2010) e l'inasprimento delle sanzioni per l'utilizzo in compensazione di crediti inesistenti (a partire dal 1° Luglio 2009 il pagamento della sanzione non potrà avvenire nella misura agevolata di un quarto della stessa).

In questo caso, come anche per molte altre disposizioni da subito in vigore contenute nel decreto, è necessario attendere interventi attuativi o di interpretazione: spetterà al direttore dell'Agenzia delle entrate fissare la disciplina di dettaglio relativa all'esecuzione dei rimborsi fiscali e stabilire le regole tecniche attraverso le quali i contribuenti possono trasmettere le richieste di compensazione.

(fonte www.ilgazzettiere.com Federico Greco)

Italia Oggi - 5 Agosto 2009, pag. 22 - Compensazioni Iva, basta fiducia.
Il Sole 24 Ore - 5 Agosto 2009, pag. 23 (Norme e Tributi) - Un decreto in 40 tappe. Antonio Criscione.

giovedì 30 luglio 2009

Proroga versamenti agosto 2009

.
20 agosto 2009


Questa è la data a cui fare riferimento per i versamenti che erano in scadenza il 16 agosto 2009 e che risultano pertanto prorogati.

Riferimento: sito del Dipartimento delle Finanze del Ministero dell'Economia dove è stato pubblicato il testo del D.P.C.M. 24 luglio 2009

Note: Il rinvio riguarda tutti i pagamenti con i Modelli F24, compresi quelli previdenziali, ma non riguarda la scadenza del 5 agosto 2009, quella che per intenderci è stata prorogata dal 16 luglio 2009.

sabato 18 luglio 2009

Pec - Lo stato dell'arte



.
La Commissione di Area IT - Normativa del Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili, che ha come consigliere di riferimento Claudio Bodini e che ho l'onore di presiedere, ha terminato e consegnato uno studio sullo Stato dell'Arte della Pec all'interno della categoria dei Dottori Commercialisti
.
Su "Il Sole 24Ore" di oggi c'è un articolo di presentazione che riassume i contenuti.
.
Per questo lavoro devo ringraziare i colleghi di commissione che mi hanno aiutato e sopportato, Nicola Cavallini, Salvatore De Benedictis, Alberto Maugeri, Daniele Tumietto, ma soprattutto Paola Zambon, che ha messo la sua compentenza e il suo entusiasmo a nostra disposizione.
.
Appena sarà on line metterò il link con un update.

lunedì 13 luglio 2009

Estratto Conto su Equitalia

Sul sito di Equitalia è possibile controllare la situazione debitoria relativa a cartelle esattoriali, avvisi di pagamento e, inoltre, visualizzare lo storico dei documenti saldati, sgravati, quelli ancora da pagare in tutto o in parte. Tali documenti partono dall’anno 2000.
.
Ad oggi sono attive le seguenti province: Bari, Bologna, Brescia, Brindisi, Caserta, Catanzaro, Como, Forlì-Cesena, Grosseto, L'Aquila, Latina, Lecco, Livorno, Macerata, Milano, Napoli, Padova, Pesaro e Urbino, Rieti, Rimini, Roma, Rovigo, Siena, Venezia.
.
Per accedere alla consultazione del proprio Estratto Conto occorrono le credenziali (nome utente e password) fornite dalla Agenzia delle entrate per l'accesso al "Cassetto Fiscale". Se non si è in possesso delle credenziali, queste potranno essere richieste direttamente all'Agenzia delle entrate, collegandosi al sito dell' Agenzia delle entrate ed alla voce Servizi telematici dove sarà possibile trovare tutte le indicazioni necessarie.
.

giovedì 9 luglio 2009

Clientela gratis nella costituzione degli studi associati

Tutti a dire che il futuro è nell'aggregazione, che bisogna andare avanti, unirsi, mettere insieme le professionalità, anche se poi, in una nazione che possiede il più alto numero percentuale di opere d'arte al mondo, un paese di individualisti, non capisco dove siano le premesse per mettersi insieme ...
.
Ora arriva un "incentivo", dalla Risoluzione 177/E del 9 luglio 2009: costituisci uno studio associato portando la clientela ma non te la fai "pagare"? E non te la farai pagare nemmeno quando uscirai? Ci saranno quote differenziate ma solo in relazione al differente "peso" dovuto da clientela , espeerienza e capacità?
.
L'apporto di clientela, in questo caso specifico trattato (leggere bene la risoluzione), è operazione fiscalmente irrilevante.
.

Commissione per messa a Disposizione di Fondi - CDF

Date un occhio alle comunicazioni arrivate dalle banche tra fine maggio e giugno 2009, nelle quali grazie alla "trasparenza", le banche comunicano che è stata abolita la commissione di massimo scoperto.
.
Sembrerebbe una vittoria del Decreto anti crisi, per aiutare le imprese in difficoltà.
.
Sembrerebbe, dico, perchè nella stessa comunicazione, le banche comunicano di applicare la Commissione per messa a Disposizione di Fondi (CDF).
.
Ora, ben bene non ho nemmeno capito come funzionerebbe, ma pare proprio che venga applicata sia sull'utilizzo di scoperto o sconfinamento, sia sull'importo non effettivamente utilizzato.
.
Tanto per fare un esempio, nel caso estremo di un cliente di banca con il conto in attivo e la disponibilità di un affidamento (che quindi non utilizza), paga comunque la CDF, per il solo fatto che la banca tenga a disposizione quella somma.
.
Insomma, diamo un occhio, vah, che a settembre potrebbero esserci sorprese ...
.

sabato 4 luglio 2009

Annuario del contribuente

Definito da Fiscooggi la "Bussola del Fisco", si trova clikkando qua.
.
Sono 193 pagine, dovrebbe esserci tutto: la prima cosa che ho guardato, nelle scadenze, è stata la pagina di luglio: la scadenza del 6 non c'è.
.
Ogni commento (mio) è superfluo, se volete sfogarvi voi, accomodatevi ...

Compensazione e rateizzo adeguamento studi di settore

Adesso le novità arrivano con Comunicato stampa ...(sic!):
.
- Comunicato stampa del 2.07.2009 sul rinvio al 2010 per la nuova procedura sulle compensazioni (che, se no, a parte l'ingiustizia di chi aveva già compensato, c'era veramente da diventare pazzi...)
.
- Comunicato stampa del 2.07.2009 sulla possibilità di rateizzare il versamento iva da adeguamento già dal 6.07.2009 (anni che lo chiedevamo, anni, e arriva 4 giorni prima di una scadenza...)
.
Oggi sono polemica, lo so ..

Software" fai da te" per le dichiarazioni fiscali

Per chi desiderasse farsi da se la dichiarazione dei redditi, che sia persona fisica, società o ente, oppure per le società che volessero preparare e presentare in proprio tutte le dichiarazioni fiscali di questo periodo, sul sito dell'Agenzia delle Entrate è da ieri disponibile tutta la serie completa dei software per predisposizione e consegna in via telematica.
.
Si trovano clikkando qua.

giovedì 2 luglio 2009

Posta Elettronica Certificata - Appunti sparsi

Lascio qua due appunti sparsi per una ricerca che sto preparando. Restano di pro memoria per me, e per chi passa, sperando in qualche scambio di opinione costruttivo.
Per capirsi: La posta ordinaria sta alla posta elettronica, come la raccomandata con ricevuta di ritorno sta alla Posta Elettronica Certificata.
.
Gli effetti: La Pec funziona tecnicamente in modo simile a un normale indirizzo di posta elettronica ma viene equiparata alla raccomandata con ricevuta di ritorno (DPR 11 Febbraio 2005 n.68).
Si supera il fattore debole della posta elettronica "normale", nei contesti nei quali occorre fornire una prova opponibile della consegna del messaggio.
.
Nello specifico: Articolo 16, commi da 6 a 9:

6. Le imprese costituite in forma societaria sono tenute a indicare il proprio indirizzo di posta elettronica certificata nella domanda di iscrizione al registro delle imprese o analogo indirizzo di posta elettronica basato su tecnologie che certifichino data e ora dell'invio e della ricezione delle comunicazioni e l'integrita' del contenuto delle stesse, garantendo l'interoperabilita' con analoghi sistemi internazionali. Entro tre anni dalla data di entrata in vigore del presente decreto tutte le imprese, gia' costituite in forma societaria alla medesima data di entrata in vigore, comunicano al registro delle imprese l'indirizzo di posta elettronica certificata. L'iscrizione dell'indirizzo di posta elettronica certificata nel registro delle imprese e le sue successive eventuali variazioni sono esenti dall'imposta di bollo e dai diritti di segreteria.
7. I professionisti iscritti in albi ed elenchi istituiti con legge dello Stato comunicano ai rispettivi ordini o collegi il proprio indirizzo di posta elettronica certificata o analogo indirizzo di posta elettronica di cui al comma 6 entro un anno dalla data di entrata in vigore del presente decreto. Gli ordini e i collegi pubblicano in un elenco riservato,consultabile in via telematica esclusivamente dalle pubbliche amministrazioni,i dati identificativi degli iscritti con il relativo indirizzo di posta elettronica certificata.
8. Le amministrazioni pubbliche di cui all'articolo 1, comma 2, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e successive modificazioni, qualora non abbiano provveduto ai sensi dell'articolo 47, comma 3, lettera a), del Codice dell'Amministrazione digitale, di cui al decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82, istituiscono una casella di posta certificata o analogo indirizzo di posta elettronica di cui al comma 6 per ciascun registro di protocollo e ne danno comunicazione al Centro nazionale per l'informatica nella pubblica amministrazione, che provvede alla pubblicazione di tali caselle in un elenco consultabile per via telematica. Dall'attuazione del presente articolo non devono derivare nuovi o maggiori oneri a carico della finanza pubblica e si deve provvedere nell'ambito delle risorse disponibili.
9. Salvo quanto stabilito dall'articolo 47, commi 1 e 2, del codice dell'amministrazione digitale di cui al decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82, le comunicazioni tra i soggetti di cui ai commi 6, 7 e 8 del presente articolo, che abbiano provveduto agli adempimenti ivi previsti, possono essere inviate attraverso la posta elettronica certificata o analogo indirizzo di posta elettronica di cui al comma 6, senza che il destinatario debba dichiarare la propria disponibilita' ad accettarne l'utilizzo

Scadenze:

Immediato, quindi già in corso: Pubbliche Amministrazioni
29.11.2008 - Nuove imprese societarie che devono fornirsi di Pec all'atto dell'iscrizione
29.11.2011 - Imprese societarie già iscritte alla data del 29.11.2009
.
29.11.2009 - Obbligo per i professionisti di dotarsi di indirizzo di Posta Elettronica Certificata e comunicarlo al proprio Ordine di appartenenza

Gli effetti: La Pec funziona tecnicamente in modo simile a un normale indirizzo di posta elettronica ma viene equiparata alla raccomandata con ricevuta di ritorno (DPR 11 Febbraio 2005 n.68).

Si supera il fattore debole della posta elettronica "normale", nei contesti nei quali occorre fornire una prova opponibile della consegna del messaggio.

La posta ordinaria sta alla posta elettronica, come la raccomandata con ricevuta di ritorno sta alla Posta Elettronica Certificata.

Caratteristiche:

E' garantita la certezza del contenuto: i protocolli di sicurezza utilizzati fanno si che non siano possibili modifiche al contenuto del messaggio e agli eventuali allegati.
In caso di contenzioso è garantita l'opponibilità a terzi del messaggio.
.
Cosa vuol dire "certificata":
Il gestore del servizio rilascia al mittente una serie di ricevuta che costituisce prova legale dell’avvenuta spedizione del messaggio ed eventuali allegati. Allo stesso modo, il gestore del destinatario invia al mittente la ricevuta di avvenuta consegna.

Nelle ricevute è inserito un riferimento temporale che certifica data ed ora di ognuna delle operazioni certificate.

In caso di errore in qualsiasi fase del processo è fatto obbligo ai gestori di inviare appositi avvisi.

La traccia informatica delle operazioni resta conservata dal gestore per 30 mesi e consente la riproduzione delle ricevute con lo stesso valore legale.

C'è inoltre la garanzia dell'identità del mittente e del destinatario che vengono certificati dagli enti gestori della Pec.

Vantaggi della Pec:

- Semplicità di archiviazione, senza necessità di utilizzo di archivio cartaceo;
- Semplicità di ricerca, nell'ambito dell'archivio informatico;
- Possibilità di inviare qualsiasi formato elettronico con le garanzie fornite dalla Pec;
- La Pec si consulta ovunque, è sufficiente una connessione e un qualsiasi computer;
- Sostituzione della posta cartacea nei rapporti con clienti, fornitori e terzi, soprattutto in grosse aziende dove il canale postale è particolarmente elevato;
- vantaggio economico per la diminuzione dei costi relativi al materiale, alle spese postali, archiviazione e risorse umane;
- convocazioni di assemblee, consigli ed eventuali riunioni;
- gestione dei rapporti con la Pubblica Amministrazione;
- gestione delle gare di appalto;

Chi può emettere la Posta Elettronica Certificata:

Qua il link all'elenco dei gestori riportato dal sito del Cnipa.

Abitudini da cambiare:

Le mail ricevute nella casella di Posta Elettronica Certificata hanno valore legale. Dalla data in cui vengono rievute decorrono i termini di notifica.
E non si può dire che la posta non è stata ricevuta solo perchè non è stata letta.
Sarà necessario pertanto verificare almeno quotidianamente i messaggi pervenuti, o, eventualmente, chiedere al fornitore di Pec di attivare uno di quei sistemi di alert (per esempio l'invio di un sms) che agevoli in questo compito.

Difetti:

La Pec ha inglobato tutti i difetti della raccomandata con ricevuta di ritorno: certifica l'invio, certifica l'avvenuta consegna ma non certifica i contenuti del messaggio.
La Pec non è uno standard internazionale ma un insieme di regole italiane

Come distinguo un messaggio di posta normale da uno di Posta Elettronica Certificata?

Il messaggio mi arriva all'interno di una Busta di Trasporto, un messaggio che contiene il messaggio originale; contiene i dati di certificazione del gestore, la firma del gestore, la provenienza, il riferimento temporale e l'integrità del contenuto.

mercoledì 1 luglio 2009

Modello 770/2009 sempificato

Scadenza: 31 luglio 2009
.
Le istruzioni dal sito dell'Agenzia delle Entrate: qua
.
La modulistica: qua
.
Il commento: ... no, perchè in tutto questo casotto di scadenze, meglio dirsele due volte le cose ...

giovedì 25 giugno 2009

5 per mille: scadenza del 30 giugno 2009

Qua il link alle istruzioni dell'Agenzia delle Entrate sull'operazione 5 per mille, con tutte le istruzioni e quello che si sarebbe già dovuto fare.
.
Qua il link al fac simile della Dichiarazione sostitutiva che va spedita entro il 30 giugno 2009, e qua gli indirizzi tra cui trovare quello della sede competente (che se uno ha visto c'era pure la stampa dal programmino che serviva per creare il file).
.
Dal sito dell'Agenzia delle Entrate:
.
Adempimenti successivi all’iscrizione nell’elenco del volontariato
I legali rappresentanti degli enti iscritti in elenco dovranno, a pena di decadenza, – entro il 30 giugno 2009 – spedire a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno alla
Direzione Regionale dell’Agenzia nel cui ambito si trova la sede legale dell’ente, una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà - pdf attestante la persistenza dei requisiti che danno diritto all’iscrizione.
.
Per agevolare la compilazione e l’invio della dichiarazione sostitutiva la procedura telematica mette a disposizione il modello parzialmente precompilato con le informazioni fornite dagli interessati all’atto della iscrizione. Il contribuente deve solo inserire le informazioni che mancano.
.

Alla dichiarazione deve essere allegata (art. 47 del DPR 28 dicembre 2000, n° 445) copia fotostatica non autenticata di un documento di identità del sottoscrittore.

Il mancato rispetto del termine del 30 giugno 2009 e la mancata allegazione del documento di identità alla dichiarazione sostitutiva costituiscono causa di decadenza dal beneficio.
.
.
.
Nota: C'è solo una cosa che non dicono: quando pagheranno. Le associazioni stanno ancora aspettando i primi, quelli di anni e anni fa, da quello che mi risulta...

giovedì 18 giugno 2009

lunedì 15 giugno 2009

Fa caldo: compro (e detraggo) un condizionatore ...

Comincia il caldo, e magari si pensa di prendere quel condizionatore che fino a due giorni fa sembrava tanto inutile.
.
C'è la possibilità, per chi lo acquistasse, di portarlo in detrazione utilizzando il "famoso" 55%.
.
Il condizionatore deve essere munito di pompa di calore, quindi attenzione al tipo che si va ad acquistare se si vuole usufruire del beneficio fiscale.
.
Occorre poi procedere con l'istruzione della pratica per le Agevolazioni Fiscali sul risparmio energetico (qua la Guida dell'Agenzia delle Entrate) e quindi, indicativamente:
.
- prima dei lavori di installazione si invia la prescritta comunicazione, con raccomandata senza ricevuta di ritorno, al Centro operativo di Pescara, utilizzando lo specifico modello disponibile nel sito dell'Agenzia delle Entrate. La comunicazione, a pena di inammissibilità ai benefici, deve precedere i lavori di installazione, mentre il condizionatore può essere acquistato anche prima.

- procedere al pagamento con bonifico bancario dal quale risulino causale del versamento, codice fiscale del beneficiario della detrazione, codice fiscale del soggetto a favore del quale il bonifico è effettuato

- richiedere all'installatore una dichiarazione di conformità dell'impianto al conseguimento del risparmio energetico

- controllare che in fattura sia indicato sulla fattura il costo della manodopera.
.
.
Buon fresco!

venerdì 12 giugno 2009

Stretta sulle compensazioni - Conferenza stampa

Questa cosa mi mette i brividi ... non so perchè mi viene in mente quella norma, mai attuata, della richiesta preventiva per rimborsi oltre i 10.000 Euro: siccome l'ho proprio persa di vista, qualcuno mi conferma che era stata cancellata e che non era lì, in stand by?

giovedì 11 giugno 2009

Minimi - il saldo di imposta è rateizzabile

Lo dice un comunicato stampa dell'Agenzia delle Entrate dell'11 giugno 2009.
.

Il saldo dell’imposta sostitutiva per i contribuenti minimi è rateizzabile. L’Agenzia precisa – a differenza di quanto segnalato da un articolo di stampa - che per il versamento dell’imposta si applicano le disposizioni in materia dell’imposta sui redditi delle persone fisiche, come previsto dall’articolo 1, comma 105, della legge 244/2007.
Pertanto, anche per il codice tributo da utilizzare per il versamento del saldo (codice tributo 1800), istituito con la risoluzione n. 127 del 25 maggio 2009, i sistemi di accoglimento delle deleghe F24, consentono l’indicazione delle informazioni sulle eventuali rateazioni nel campo “rateazione/regione/prov./mese rif.”. Come di prassi, nel caso di pagamento in unica soluzione nel campo viene indicato il valore “0101.

Entratel - nuove regole per utenti diversi dalle persone fisiche

Nuove regole per la richiesta di abilitazione ad Entratel, con Provvedimento del 10 giugno 2009, e nuovi adempimenti per gli utenti diversi dalle persone fisiche.
.
Gli utenti diversi dalle persone fisiche abilitati ai servizi Entratel o Fisconline comunicano, per ogni sede telematica, i nomi dei propri gestori incaricati (da un minimo di uno a un massimo di quattro) o tramite apposita funzione sul sito dei servizi telematici o al competente ufficio delle Entrate (con le stesse modalità comunicano anche le persone fisiche abilitate a Entratel che abbiano l'esigenza di indicare dei gestori incaricati).
.
Le date da tenere d'occhio:
- 31 agosto 2009: entro questa data dovranno essere comunicati, da parte degli utenti diversi dalle persone fisiche, i dati sui gestori e gli operatori incaricati che devono essere autonomi da un punto di vista dei servizi on line;
- 1° settembre 2009: da questa data le password di ingresso ai canali telematici degli utenti diversi dalle persone fisiche non saranno più utilizzabili
-1° novembre: da questa data saranno revocate le abilitazioni a chi non ha completato i nuovi adempimenti.
.
Maggiori info su Fiscooggi dell'11.06.2009

mercoledì 10 giugno 2009

Click day prorogato al 14 settembre 2009

.
A pensar male si fa peccato, ma, secondo me, più che per fare un favore a noi professionisti, ho come la sensazione che l'Agenzia non avesse pronti i programmi.
.
E, comunque, vediamo se venerdì li pubblicano lo stesso.
.
Tanto, se erano pronti .... ;)
.
Update del 13 giugno 2009
Come si diceva? Parola torna indietro: l'hanno pubblicato :)

martedì 9 giugno 2009

Irap - Istanza rimborso telematica - 12 giugno 2009

Il decreto anticrisi sembra fatto apposta per mettere in crisi gli studi.
.
L'ultima news è quella che riguarda il rimborso delle maggiori imposte versate IRPEF/IRES per mancata deduzione dell'Irap.
.
Detto in due parole, e molto semplicisticamente, i contribuenti che hanno pagato Irap e che avevano costi del personale o costi per interessi passivi, possono chiedere il rimborso del 10% dell'Irap pagata negli anni dal 2004 (quarantotto mesi dalla data di versamento, ma per i versamenti in acconto il termine decorre da quello del saldo) al 2007, in via telematica, e per il 2008 direttamente in dichiarazione.
.
Fin qui tutto regolare.
.
Se non che, in data 5/6/2009, l'Agenzia delle Entrate pubblica il modello approvato per l'Istanza.
.
Se non che l'istanza si può presentare a partire dal 12 giugno 2009, dalle ore 12.00.
.
Se non che vince chi arriva primo (visto che vale l'ordine cronologico).
.
Se non che il programma software "apposito" che si chiama RIMBORSODAIRAP verrà messo a disposizione sul sito dell'Agenzia delle Entrate a partire dal 12 giugno 2009.
.
Se non che oggi ho proprio la sensazione di sentirmi una perfetta idiota che ha scelto questo mestiere ... e intanto che lo dico sto preparando i tabulati per le spunte ...
.

sabato 6 giugno 2009

Nuove scadenze di Unico 2009

La proroga dei termini ci ha "fregato". Si è parlato di termini più lunghi, e ne hanno parlato quotidiani come Il Sole24ore e ItaliaOggi, e ora si scopre che ci sono "un po' di giorni in meno rispetto a quelli che ci si aspettava".
.
Considerato che, non so gli altri, ma il mio programma (Sispac, della Osra, uno dei più diffusi mi risulta) non ha ancora la funzionalità del controllo Sogei e men che meno gli studi di settore aggiornati (uscita prevista 12.06.2009), i nuovi termini sono veramente impiccati.
.
Comunque, siamo professionisti abituati a tutto ormai, soprattutto a metter giù la testa e lavorare.
.
E dopo lo [sfogo time] ecco qua riepilogata la proroga (che è scritta in grassetto, la parte scritta normale non è in proroga)
.
PAGAMENTO SENZA MAGGIORAZIONE
.
16 giugno 2009: contribuenti NON soggetti agli studi di settore, contribuenti soggetti ai parametri (cioè, come prima)
.
6 luglio 2009: contribuenti soggetti agli studi di settore, incluse le persone fisiche - i soci per esempio di snc o sas o srl in trasparenza - che partecipano in imprese o associazioni soggette a studi
.
PAGAMENTO CON MAGGIORAZIONE DELLO 0,40%
.
Dal 17 giugno al 16 luglio 2009: contribuenti NON soggetti agli studi di settore, contribuenti soggetti ai parametri (cioè, come prima)
.
Dal 7 luglio al 5 agosto 2009: contribuenti soggetti agli studi di settore, incluse le persone fisiche - i soci per esempio di snc o sas o srl in trasparenza - che partecipano in imprese o associazioni soggette a studi; vale per tutti i pagamenti, compresi i contributi previdenziali, per la maggiorazione del 3%, per gli adeguamenti.
.
Nessun differimento per i termini di consegna delle dichiarazioni che restano confermati al 30 giugno 2009 per chi consegna cartaceo UnicoPF o UnicoMini in posta e al 30 settembre 2009 per chi consegna in via telematica
.

venerdì 5 giugno 2009

Guida all'Ici

Del Dipartimento fiscalità locale (Ministero Economia e Finanze)
.
Pubblicata la guida per l'Ici sul sito del Mef, completa delle nozioni di base e di un link per la ricerca delle delibere ed aliquote (peccato che, almeno per quelle che ho cercato io, ce ne siano una si e tre no ...).

domenica 31 maggio 2009

Dichiarazione dei Redditi - Software per il "Fai da te"

Per chi desiderasse "farsi" da se' la dichiarazione dei redditi, compresa la presentazione che, ricordo, va fatta per via telematica, è disponibile il software dell'Agenzia delle Entrate.
.
E' un software gratuito, che permette di inserire il modello, preparare il file, autenticarlo e inviarlo senza dover spendere nulla in programmi di compilazione.
.
Non l'ho mai usato ma conosco persone che l'hanno installato negli scorsi anni e che hanno fatto tutta la procedura senza troppe complicazioni.
.
... che il complicato, secondo me, non è tanto compilare la dichiarazione all'interno del programmino software, il complicato è farla ..
.

martedì 26 maggio 2009

Codici di pagamento imposte MINIMI, per riallineamenti e rivalutazioni da anticrisi

Fonte: Agenzia delle Entrate - Risoluzione n. 127/E del 25 maggio 2009.

Codice tributo a doppia valenza per i contribuenti minimi

E' "1800" il codice tributo che imprenditori e lavoratori autonomi aderenti al regime dovranno utilizzare sia per versare la loro imposta sostitutiva del 20% sia per utilizzare in compensazione l'eventuale eccedenza di ritenute subite.

Riallineamento delle divergenze Ias

Con la Finanziaria 2008 (legge 244/2007) sono state introdotte una serie di disposizioni con l'obiettivo di "rafforzare" la derivazione del risultato fiscale dei soggetti che adottano i principi contabili internazionali da quello di bilancio. Il decreto "anticrisi" (Dl 185/2008) dà la possibilità agli Ias adopter di riallineare sia le divergenze che non si sarebbero manifestate se tali nuove regole fossero state applicate sin dal bilancio del primo esercizio di adozione dei principi contabili internazionali sia quelle emerse in sede di first time adoption per effetto di quanto previsto dal primo decreto Ias relativamente a valutazione di beni fungibili ed eliminazione di ammortamenti, rettifiche di valore e fondi di accantonamento (Dlgs 38/2005, articolo 13, commi 2, 5 e 6).
In particolare, il Dl 185/2008 prevede diverse modalità di riallineamento delle divergenze esistenti al secondo periodo d'imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2007, in relazione alle quali la risoluzione 27/2009 ha istituito i seguenti codici tributo:
1817 - "Imposta a seguito del riallineamento totale delle divergenze IAS/IFRS - Art. 15, c. 4, D.L. 185/2008"
1818 - "Imposta sostitutiva a seguito del riallineamento parziale delle divergenze IAS/IFRS - Art. 15, c. 5, D.L. 185/2008"
1819 - "Imposta sostitutiva sulle divergenze dall'applicazione dei principi contabili internazionali di cui all'art. 15, c. 3, lett. b), D.L. n. 185/2008 - Divergenze IAS/IFRS (commi 5 e 6, art. 13, D.Lgs. n. 38/2005)"
1820 - "Imposta sostitutiva sulle divergenze dall'applicazione dei principi contabili internazionali di cui all'art. 15, c. 3, lett. b), D.L. n. 185/2008 - Divergenze IAS/IFRS (comma 2, art. 13, D.Lgs. n. 38/2005)".
Termini: Il pagamento dei tributi deve avvenire in unica soluzione entro il termine di versamento a saldo delle imposte relative all'esercizio successivo a quello in corso al 31 dicembre 2007, quindi, per i soggetti con esercizio coincidente con l'anno solare, entro il prossimo 16 giugno.

Riallineamento da operazioni straordinarie
Il decreto "anticrisi" offre anche l'opportunità di riallineare i maggiori valori attribuiti in bilancio ad attività immateriali, attività finanziarie (immobilizzate e del circolante), rimanenze e crediti, emersi in seguito a conferimenti d'azienda, fusioni e scissioni. Tre, a seconda delle attività, i codici tributo utilizzabili:
1821 - "Imposta sostitutiva a seguito di operazione straordinaria di cui all'art. 15, c. 10, D.L. 185/2008 - Maggiori valori attività immateriali"
1822 - "Imposta a seguito di operazione straordinaria di cui all'art. 15, c. 11, D.L.185/2008 - Maggiori valori altre attività"
1823 - "Imposta sostitutiva a seguito di operazione straordinaria di cui all'art. 15, c. 11, D.L. 185/2008 - Maggiori valori crediti"
Termini: Il versamento va effettuato in unica soluzione entro il termine fissato per il saldo delle imposte relative all'esercizio nel corso del quale è stata posta in essere l'operazione.

Rivalutazione dei beni immobili d'impresa
I titolari di reddito d'impresa che non adottano i principi contabili internazionali, compresi gli imprenditori individuali e le società di persone in contabilità semplificata, possono rivalutare i beni immobili in proprietà, escluse le aree fabbricabili e quelli alla cui produzione o al cui scambio è diretta l'attività d'impresa, iscritti in bilancio sia nell'esercizio in corso al 31 dicembre 2007 sia in quello successivo (Dl 185/2008, articolo 15, commi 16-23).
Nel caso si opti per dare rilevanza fiscale alla rivalutazione (necessaria per "minimi" e soggetti in contabilità semplificata), le previste imposte sostitutive vanno versate utilizzando i codici tributo:
1824 - "Imposta sostitutiva sui maggiori valori iscritti in bilancio per effetto della rivalutazione di cui all'art. 15, c. 16, D.L. 185/2008 - Maggiori valori dei beni"
1825 - "Imposta sostitutiva sul saldo attivo per effetto della rivalutazione di cui all'art. 15, c. 16, D.L. 185/2008 - Saldo attivo".
Termini: Il versamento deve essere effettuato in unica soluzione entro il termine per il saldo delle imposte sui redditi relative al periodo d'imposta con riferimento al quale la rivalutazione è eseguita ovvero in tre rate, di cui la prima entro la scadenza su indicata, le successive entro il termine rispettivamente previsto per il versamento a saldo delle imposte sui redditi relative ai periodi d'imposta successivi. In tal caso, insieme alla rata vanno pagati anche gli interessi legali.

Estratto da a.d.p. Fiscooggi

lunedì 25 maggio 2009

Guida Bilancio Telematico e Atti

La Camera di Commercio di Como (che è la "mia") pubblica il Prontuario per la presentazione del Bilancio telematico, qua.

Pubblica anche la versione aggiornata del Prontuario per la presentazione degli atti telematici, qua.

sabato 23 maggio 2009

Nuove scadenze di Unico 2009

UPDATE DEL 6 GIUGNO 2009:

Questo post è superato da provvedimenti successivi. Per vedere le nuove scadenze clikkare qua
Le nuove scadenze aggiornate
E' ufficiale.
.
Quello che si mormorava da giorni (e per forza, visto che Gerico è arrivato solo ieri con quasi due mesi di ritardo ...), è diventato decreto.
.
Quindi la scadenza del 16 giugno 2009 per il pagamento delle imposte (saldo 2008 e prima rata di acconto 2009) da modello Unico viene "di fatto" prorogata al 16 luglio 2009 SENZA l'aumento dello 0,40%.
.
E' in arrivo anche un decreto sul taglio degli interessi, per chi sceglie di pagare a rate il proprio debito.
.
Non ho trovato ancora in rete riferimenti normativi, ma l'ho appreso da una fonte autorevole come "Il Sole24Ore" cartaceo.. quindi :)

Social network dei Responsabili Area IT - Cndcec

I colleghi di Salerno mi hanno mandano la loro rivista cartacea "commercialistisalerno.it".
Ed è con enorme soddisfazione che ho trovato a pagina 3 questo articolo sul social network di categoria, riservato ai Responsabili di Area IT di tutti gli Ordini dei Dottori Commercialisti d'Italia.
Lo considero il mio "gioiellino", e ne vado orgogliosissima :-)
(n.b.: il social network è chiuso, per ovvii motivi, ed è per questo motivo che non lo linko)

Studi di settore /Gerico

[sfogo, MODE ON]
.
Pubblicato il 22 maggio 2009, giusto prima di un week end nel quale, si spera, i solerti programmatori delle nostre software house che producono programmi, per i quali paghiamo fior di quattrini di assistenza, aggiorneranno le procedure per permetterci, finalmente, di liquidare le imposte.
[sfogo, MODE OFF]

giovedì 21 maggio 2009

Nuovi Diritti Cciaa

Scadenza: entro la data di versamento del primo acconto delle imposte, ad oggi 16 giugno 2009, oppure con maggiorazione dello 0,40% entro il 16 luglio 2009.
(Attenzione! Da più parti si parla di proroga, quindi tenere d'occhio eventuali spostamenti)
.
Importi: come da tabellina che si può trovare sul sito di FiscoOggi clikkando qua.
.
Modalità: Modello F24
.
Altre info: nell'articolo di FiscoOggi linkato sopra.

Ravvedimento operoso - Pro memoria percentuali

Post per addetti ai lavori, ovvero per chi sa almeno cosa sia un ravvedimento operoso.
Pro memoria: dal 29/11/2008 le nuove percentuali delle sanzioni (come previste dall'art. 16 DL. 185/08 manovra anticrisi):
Entro 30 giorni la percentuale scende dal 3,75% al 2,5%
Entro il termine della dichiarazione la percentuale scende dal 6% al 3%
(che insomma, io non riesco a mettermele in testa, e invece di continuare ad andare a cercarle tutte le volte almeno me le trovo qua...)
Questa la fonte:
ART. 16 - DL 185/08
5. Nell'articolo 13 del decreto legislativo 18 dicembre 1997, n. 472 sono apportate le seguenti
modificazioni:
a) al comma 1, lettera a), le parole "un ottavo" sono sostituite dalle seguenti: "un dodicesimo";
b) al comma 1, lettera b), le parole "un quinto" sono sostituite dalle seguenti: "un decimo";
c) al comma 1, lettera c), le parole "un ottavo" sono sostituite dalle seguenti: "un dodicesimo".

martedì 19 maggio 2009

Facebook e il Garante

Il Garante della Privacy pubblica sul sito un opuscolo sugli effetti collaterali dei social network.
.
Nella pagina dedicata c'è un opuscolo in formato pdf le e slides (i contenuti sono identici).
.
Ci sono scritte tante cose di buon senso, consigli che sembrano ovvii ma che lo sono spesso dopo che si sono letti, e che rappresentano alcune piccole regole che mi sento di condividere (c'è anche qualche punto che condivido meno, quello per esempio che consiglia l'uso di pseudonimi o nick diversi sui vari social network, per non farsi "troppo riconoscere", ma su questo serve magari un discorso a parte).
.
In sostanza, una lettura importante per chi si avvicina o sta nel mondo dei social network, tanto, se le cose si sanno già si perdono pochi minuti e se non si sanno ... meglio saperle.

Oneri deducibili, parrucche

Le parrucche, acquistate da pazienti oncologici, sono detraibili, purchè prescritte dallo specialista.

(rif. Direzione Regionale delle Entrate dell'Emilia Romagna in risposta a interpello - nota n. 009-19317/2009 del 29 aprile 2009)

Studi di settore / Parametri

A "soli" un mese dalla prima scadenza, pubblicato il software per la determinazine dei Parametri 2009, sul sito dell'Agenzia delle Entrate.
.
Degli Studi di settore neanche l'ombra ....

mercoledì 13 maggio 2009

Questionari Corte dei Conti - Bilancio di Previsione 2009

Pubblicate le Linee Guida e i Questionari per gli Enti Locali riferiti al Bilancio di Previsione per il 2009.
.
Si trovano sul sito della Corte dei Conti clikkando qua.

Rivalutazione beni immobili

La Circolare n. 22/E del 6.05.2009 con i chiarimenti.
.
Le novità, per me, più importanti:
- si può fare la rivalutazione utilizzando in forma congiunta i tre metodi (incremento costo storico, decremento fondo di ammortamento, incremento proporzionale del costo e del fondo di ammortamento).
I metodi possono essere mischiati tra loro anche sulla singola operazione.
- La riserva di utili nella rivalutazione civilistica delle società di persone, se distribuita, non genera imponibile in capo ai soci e non viene decrementato il costo della partecipazione.

mercoledì 6 maggio 2009

CommercialistiSalerno.it





Le mie foto del Congresso sulla Rivista cartacea dell'Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Salerno ... e sono soddisfazioni!! :-)

Nel caso si volesse sbirciare, il sito è qua http://www.commercialistisalerno.it/

martedì 5 maggio 2009

Elenchi provvisori 5 per mille

Pubblicati sul sito dell'Agenzia delle Entrate e consultabili qua.

Iva esigibile per cassa

Primi appunti:
.
Da quando: dal 28 aprile 2009
.
Fonte: Decreto del Ministero dell'Economia, datato 26 marzo, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 96 del 27 aprile
.
A chi si applica: soggetti che nell'anno solare precedente hanno avuto un volume d'affari non superiore a 200.000 euro, in caso di inizio attività si fa riferimento al Volume d'Affari previsto. Occorre tenere monitorato durante l'anno il volume d'affari, si può applicare anche a una sola operazione.
.
Non si applica: a chi usufruisce di regimi speciali per IVA, e nel reverse charge
.
Fattura: deve contenere l'indicazione che si vuole applicare questo meccanismo, per esempio "Operazione con imposta ad esigibilità differita ai sensi dell’art. 7, D.L. 29.11.2008, n. 185, convertito dalla L. 28.1.2009, n. 2"
.
Tipo di operazioni:solo quelle verso altri soggetti Iva e non verso i privati consumatori
.
Varie:
chi riceve la fattura con l'applicazione di questa normativa detrae l'Iva "per cassa" ovvero quando la paga al suo fornitore
entro un anno l'operazione si deve "chiudere" che la fattura sia stata pagata o meno, quindi entro l'anno l'iva va versata (unica eccezione in caso di fallimento o procedure)

lunedì 4 maggio 2009

Pro memoria Scadenze

Relativamente alle scadenze telematiche delle dichiarazioni, mi appunto un pro-memoria delle principali:
.
- 31 luglio 2009:
Modello 770/2009 semplificato
Modello 770/2009 ordinario
.
- 30 settembre 2009:
Modello Unico 2009
Modello Iva 2009
Modello Irap 2009 (che quest'anno va via diviso)
Modello Iva VR
.
Fonte: legge di conversione del DL 207/2008 e relativamente a chi ha il periodo di imposta coincidente con l'anno solare.

martedì 28 aprile 2009

Iva ad esigibilità differita

Il testo del Decreto del 26 marzo 2009, pubblicato in Gazzetta il 27 aprile 2009.
.
Intanto lo metto qua, per ritrovarlo in fretta, ma mi riprometto un update prestissimo con le principali news.

Interessi Passivi

Il 21 aprile 2009, in piena scadenza bilanci, ma, soprattutto, in piena situazione economica che definire difficile è un eufemismo, è stata pubblicata la Circolare n. 19E dell'Agenzia delle Entrate sulla modifica della deducibilità degli interessi passivi.
.
La normativa riguarda solo le società di capitali (per esempio Spa e Srl), per gli altri soggetti continua a valere l'articolo 61 del Tuir.
.

domenica 26 aprile 2009

730/2009, le risposte dell'Agenzia alle domande della Consulta dei caf

Tra le perplessità, al primo posto le detrazioni, ma spazio anche alle deduzioni e un appunto alle istruzioni

I Caf chiedono, l'Agenzia risponde sulla più popolare delle dichiarazioni: il 730.
Sette i dubbi dissolti. Nella circolare n. 18/E del 21 aprile, la parte del leone la fanno le detrazioni, sia quelle per i familiari a carico sia quelle relative alle spese per cui è previsto uno sconto d'imposta del 19 per cento.
Arriva però anche un chiarimento sulla deduzione dei contributi versati dai lavoratori a forme pensionistiche complementari, più che altro una indicazione affinché gli stessi importi non vengano dedotti doppiamente.
Infine, tra i veri e propri quesiti, anche un invito a modificare le istruzioni del modello affinché sia concessa ai Caf la possibilità di chiedere al contribuente l'indicazione della residenza anno per anno, pur in assenza di variazioni.
Familiari a carico residenti all'estero: detrazione con autocertificazione
Il contribuente fiscalmente residente in Italia, che corrisponde assegni alimentari per sostenere i propri congiunti (a carico) residenti all'estero, può beneficiare delle detrazioni d'imposta previste per "altri familiari a carico", a condizione che sia in grado di provare, in caso di controllo, l'invio delle somme attraverso la documentazione bancaria o di diverso operatore finanziario. In ogni caso, in sede di dichiarazione, deve presentare un'autocertificazione.Dato residenza: le istruzioni non si cambiano
L'Agenzia specifica che nelle istruzioni del 730/2009 è prevista la facoltà per i Caf di richiedere al contribuente, con un documento a parte, i dati sulla propria residenza. Nessuna indicazione degli stessi nel frontespizio del modello o nel file di trasmissione se non c'è stato un cambio di residenza nel periodo compreso fra il 1° gennaio 2008 e la data di presentazione della dichiarazione.Detrazioni per la formazione dei docenti: interpretazione ampia
Le spese per l'autoaggiornamento e la formazione degli insegnanti (libri, riviste, software didattici, corsi di aggiornamento e seminari) sono detraibili dall'Irpef nella misura del 19% calcolato su un massimo di 500 euro, con una dichiarazione del docente che attesti la loro riferibilità alla professione svolta, nonché la sua qualità di insegnante di ruolo o con incarico annuale. Le spese devono essere documentate con fattura o ricevuta fiscale dalle quali risulti la tipologia del servizio o del bene acquistato.Spese sanitarie: ora gli scontrini devono parlare
Niente detrazione per le spese mediche relative all'acquisto dei medicinali se le stesse non sono certificate da fattura o scontrino fiscale contenente la specificazione della natura, qualità e quantità dei beni e l'indicazione del codice fiscale del destinatario.
A decorrere dal 1° gennaio 2008, quindi, obbligo di seguire tassativamente la norma e impossibilità di utilizzare la documentazione sostitutiva rilasciata dal farmacista, allegata allo scontrino fiscale "non parlante".
Detrazione canoni locazione: ok solo agli affitti nazionali
Il beneficio consistente nella detrazione del 19% dei canoni di locazione pagati, fino a un importo massimo di 2.633 euro, dagli studenti fuori sede non si estende ai contratti d'affitto di immobili situati all'estero, anche se l'agevolazione è stata allargata ad altre tipologie di contratti abitativi non contemplate nella norma di riferimento, la legge 413/1998.Sconto d'imposta per l'istruzione: pubblico e privato pari sono
Confermato che le spese per la frequenza di università private, che danno diritto alla detrazione in misura non superiore a quella stabilita per tasse e contributi versati per le analoghe prestazioni rese da istituti statali italiani, vanno commisurate all'importo massimo delle tasse stabilite dall'università pubblica di riferimento, in relazione al corso frequentato dallo studente.
Previdenza complementare: l'accorgimento contro la doppia deduzione
Per evitare il rischio che le somme versate a forme pensionistiche complementari possano essere dedotte due volte, sia dal lavoratore nella dichiarazione dei redditi, sia a monte dal datore di lavporo in diminuzione del reddito, l'Agenzia indica la modalità da seguire. Nell'ipotesi in cui il dipendente intenda portare in deduzione l'onere in sede di compilazione del modello 730, e questo non sia già stato sottratto dal reddito da parte del sostituto, l'interessato deve certificare tale ultima circostanza mediante annotazione, debitamente firmata, sul documento di spesa.

Paola Pullella Lucano da fiscooggi

Clicca> GUIDA AL RILASCIO DEL VISTO DI CONFORMITA’

giovedì 23 aprile 2009

Niente pensione a chi non fa il Red.

L'Inps dà attuazione alle novità del dl milleproroghe.
Primo appuntamento al 30 giugno.
Il modello è presupposto per le indennità legate ai redditi.
L'Inps, mediante la circolare n. 62, rende note le istruzioni inerenti i controlli sulle prestazioni pensionistiche connesse al reddito, conseguentemente alle modifiche della legge 14/09; inoltre, afferma che l'accertamento del diritto deve essere realizzato tramite la dichiarazione Red entro il 30 Giugno di ogni anno, in base al reddito del beneficiario e del coniuge nell'anno antecedente al 1° Luglio di ogni anno.In base a quanto dichiarato nella legge 412/91, l'Inps attua una verifica annuale relativa al reddito dei pensionati al fine di recuperare, entro il successivo anno, quanto sia potuto essere stato erogato in eccedenza; come suddetto, tale verifica avviene mediante l'invio dei modelli Red.
Gli esiti che possono essere ottenuti dall'accertamento dei modelli sono:
la conferma dal 1° Luglio del diritto della prestazione in godimento al 30 Giugno;
la revoca, a decorrere dal 1° Luglio, della prestazione resa fino al 30 Giugno;
l'annullamento del diritto alla prestazione che viene riconosciuta in sede di prima liquidazione nell'anno antecedente, in base al reddito reale percepito nello stesso anno;
Il ripristino, a decorrere dal 1° Luglio della prestazione che era stata precedentemente revocata.
I titolari di prestazioni connesse al reddito, i quali non abbiano provveduto, entro il 30 Giugno, alla relativa comunicazione dei dati reddituali del 2008, verranno sollecitati a realizzare tale comunicazione; nel caso di inadempienza, nonostante il sollecito, verrà attuata la sospensione della prestazione dal rateo di ottobre 2009.
L'Istituto di previdenza, con la circolare n. 61, chiarisce, inoltre, che le prestazioni di sostegno al reddito non verranno più pagate mediante assegno circolare.
Italia Oggi - 23 Aprile 2009, pag. 30 - Niente pensione a chi non fa il Red. Gigi Leonardi.
Il Sole 24 Ore - 23 Aprile 2009, pag. 39 (Norme e Tributi) - Pensioni integrate, Red entro Giugno.