mercoledì 10 ottobre 2007

Modello F24 (nuovo) e appalti

Ditemi che ho capito male, se qualche collega legge, mi dica che non è vero nulla di quello che scriverò di seguito e giuro che gli offro il pranzo!
.
Presupposto:
Le aziende con appalti e subappalti operano in regime di responsabilità solidale anche per il pagamento delle ritenute fiscali, contributive e dei premi assicurativi.
Il vincolo non esiste se si dimostra di aver assolto gli obblighi, tra l'altro, anche attraverso la distinta Modello F24 (che le banche, con circolare ABI SP/003624 hanno già provveduto ad aggiornare).
.
Svolgimento:
Con l'arrivo del decreto interministeriale attuativo del decreto Bersani, dal 1 gennaio 2008, il subappaltatore dovrebbe (uso ancora il condizionale sperando di aver preso un grosso abbaglio) comunicare all'appaltatore il codice fiscale dei lavoratori impiegati (immagino nei cantieri edili, dove cambiano tutti i giorni ...), e dovrà, sempre il subappaltatore, versare un modello F24 per ogni appalto.
.
Quindi, per esempio, tre appalti, tre F24, trenta appalti .... trenta F24 (?)...
Quindi nei cedolini paga, ad ogni dipendente dovrà essere attribuito l'appalto in cui ha lavorato... oppure attribuire percentualmente la partecipazione dell'attività del dipendente ai diversi appalti.
.
Conclusione:
Mi astengo!

2 commenti:

Anonimo ha detto...

e' cosi' e per la verità è la semlice attuazione di una norma della bersani.

Elena T. ha detto...

"semplice" tra virgolette ;)